Green Game, continua il tour nelle scuole.

0
153

Sapevi che gli scontrini fiscali non vanno insieme alla carta? E che un giocattolo non può andare nella plastica, perché non è un imballaggio? E che un bicchiere di cristallo non va nel vetro?

La raccolta differenziata ha l’obiettivo di avviare ciascun rifiuto differenziato verso il trattamento di recupero e riciclo. Quindi il cittadino è il primo anello del ciclo ed è colui che deve avere tutte le informazioni necessarie per svolgere questo compito nella maniera più corretta e responsabile possibile.

Green Game si pone come strumento per sensibilizzare ed informare i cittadini partendo dai più giovani, gli studenti delle Scuole Secondarie Superiori di II grado, i cosiddetti nativi ambientali, usando una tecnica innovativa e coinvolgente che raccoglie ovunque unanimi consensi.

Bellissima iniziativa, ragazzi molto attenti e coinvolti – ha esordito la professoressa Migliaccio del Liceo Linguistico Bernini – In un clima di serenità hanno appreso moltissime nozioni. Ringrazio gli organizzatori per questa opportunità!”

La lezione è stata entusiasmante! – ha proseguito la docente Marianna SavarelliAbbiamo” imparato insieme agli studenti apprendendo notizie che effettivamente non erano ancora chiare. E’ sempre proficuo utilizzare modalità ludiche per trasferire valori e nozioni. Davvero Complimenti!”

Anche la professoressa Archina Di Lucca ai nostri microfoni: “Sono 32 anni che insegno e sono molto appassionata di raccolta differenziata. Ho trovato Green Game un’attività eccezionale. Il relatore è un ottimo comunicatore e ha saputo mantenere sempre alta l’attenzione dei nostri ragazzi!

 

Entusiaste e molto soddisfatte dei propri studenti anche le docenti Anna Maria D’Alessio e Sonia Salvadore.

 

Giovedì lo staff sarà a Marigliano all’ISIS Manlio Rossi Doria

Cial, Comieco, Corepla, Coreve e Ricrea sono Consorzi nazionali no profit, nati per volontà di legge e si occupano su tutto il territorio italiano di garantire l’avvio al riciclo degli imballaggi raccolti dai Comuni italiani tramite raccolta differenziata. In Italia, mediamente, ogni anno, si producono circa 11 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio. Di questi, il sistema dei Consorzi nazionali ne recupera oltre il 78%, vale a dire: 3 imballaggi su 4.

LASCIA UN COMMENTO