Scuole dell’infanzia paritarie, convegno a Donnaregina a cura di Fism.

456

La Fism – Federazione nazionale scuole materne – della Regione Campania, in collaborazione con Ufficio di Presidenza Fism Nazionale, promuove per la mattinata di sabato 28 maggio presso il Complesso Monumentale Donnaregina a Napoli, un seminario di formazione rivolto ai responsabili delle sedi campane Fism e delle vicine regioni.

L’incontro dal titolo “Un passo avanti” finalizzato ad offrire una visione di insieme delle scuole no profit e del sistema integrato Zero –Sei anni, sarà dedicato a proporre linee di accompagnamento e aggiornamento alla propria professionalità attraverso l’ascolto e il confronto con esperti qualificati. Inoltre non mancherà un’articolata riflessione sulle attività che, pur fra non poche difficoltà, questa Federazione alla quale in Italia aderiscono circa novemila realtà educative – oltre duecento a Napoli, Salerno, Caserta, Avellino e Benevento – sta portando avanti.

Diversi gli interventi che riguarderanno le più disparate problematiche del mondo Zero-Sei anni, con attenzione agli aspetti tecnici e organizzativi, in consonanza con le molteplici indicazioni provenienti dai vari Ministeri riguardanti asili nido e scuole dell’infanzia, ma anche le cosiddette sezioni primavera che accolgono i bambini che compiono i 24 mesi tra l’ 1 gennaio e il 31 dicembre dell’anno scolastico di riferimento senza dimenticare il quadro pedagogico-educativo, né i valori di riferimento.

In Largo Donnaregina – dove sono attesi i responsabili delle diverse scuole, ma non solo – a partire dalle 8,30, dopo il saluto introduttivo del presidente FISM Nazionale Giampiero Redaelli, ci sarà l’intervento della vicepresidente FISM Nazionale Rosaria De Filitto (“La presenza delle scuole dell’infanzia Fism e servizi educativi nei comuni un valore aggiunto in nella regione Campania”). A seguire, alle 10 il contributo del presidente FISM Brescia e membro della presidenza nazionale Massimo Pesenti (“L’Italia non è un paese per bambini: un cammino indispensabile. Dal calo demografico e dal divario Nord Sud alla manifestazione per la vita e all’accoglienza dei bimbi ucraini”); alle 10,30 quello dell’assessore alla Scuola, alle Politiche Sociali e alle Politiche Giovanili Lucia Fortini; alle 11 quello dell’avvocato Stefano Giordano, responsabile nazionale FISM questioni giuridiche (“Approfondimento sul Terzo Settore: una visione d’insieme rivolta alle scuole no profit; fondi di solidarietà ai comuni: costo standard; family act”). Sarà anche l’occasione per approfondire insieme alle difficoltà del momento (situazione economica, calo demografico, gestione della pandemia, ecc.), anche l’attuazione di buone prassi e degli esiti positivi di inclusione.

L’appuntamento nella città partenopea è stato voluto tenacemente dalla salernitana Rosaria De Filitto, che ricopre oltre alla carica di vicepresidente nazionale quella di presidente della FISM Campania. Convinta della necessità di un rilancio coraggioso del Sud nell’offerta dei servizi educativi, configurato tuttavia in percorsi unitari” perché – parole sue – “la scuola è una come una è l’Italia”, nei giorni scorsi ha auspicato maggiori sforzi per garantire un reale sostegno soprattutto alle famiglie da parte dello Stato, senza distinzioni fra pubbliche e paritarie, queste ultime enti no profit che fanno un servizio pubblico.

Advertisements