Linguaggi non lineari, seminario al Suor Orsola.

370
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Nell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli al via oggi il seminario, tra arte e scienza, su “I linguaggi non lineari della narrazione e della comunicazione nella scena e nella didattica” per gli studenti dei Corsi di Laurea in Scienze della formazione primaria, Scienze dell’educazione, Scienze e tecniche di psicologia cognitiva e delle lauree magistrali in Scienze dello spettacolo e dei media e Consulenza pedagogica.

Il coordinamento scientifico è di Nadia Carlomagno, pedagogista, direttrice del Master in Teatro pedagogia e didattica e coordinatore scientifico del gruppo sulla Performance activities dell’Unisob, con la collaborazione di Rosalba Ruggeri, curatrice e docente universitaria del Corso di Laurea in Scienze delle spettacolo e dei media dell’Unisob.

“Un viaggio nei linguaggi che riguardano il pensiero creativo, divergente e laterale” come affermano i promotori; dalla narrazione orale a quella digitale, che ha imperato negli ultimi anni pandemici, attraversando i linguaggi del corpo, del ‘cunto’, del teatro, della pedagogia, del mito, passando attraverso il linguaggio documentaristico, cinematografico e della danza. Saranno coinvolti i docenti Unisob che presenteranno l’incontro aprendo anche un dibattito con gli studenti. Il seminario è finalizzato a far vivere agli studenti “una esperienza immersiva di ‘sconfinamento’, incontrando e confrontandosi con la diversità degli stili comunicativi della narrazione, attraversando i linguaggi dell’arte”. Come dice la Carlomagno: “L’arte è una risorsa pedagogica indispensabile per la formazione delle competenze degli studenti. La scoperta da parte dei giovani dei diversi tipi di narrazione è una grande opportunità della nostra società, non è soltanto uno spazio della formazione ma uno spazio della democrazia, perché ci consente di poter guardare con occhi profondi alla molteplicità delle forme che può assumere l’espressione umana”.

    Il ciclo dei seminari, che avrà luogo tra il Suor Orsola, il Teatro di Napoli-Teatro Mercadante e il Teatro Sannazaro, debutta con una lectio performance “Col gesto” del coreografo e danzatore Virgilio Sieni, del Centro Nazionale di produzione della danza, protagonista della scena contemporanea internazionale. L’evento è programmato domani, 17 marzo, alle ore 15.00 nella Sala degli Angeli dell’Università degli studi Suor Orsola Benincasa e continuerà il 28 marzo incontrando i corsisti del Master in Teatro pedagogia e didattica, metodi tecniche e pratiche delle arti sceniche, dell’Unisob. La lectio sarà preceduta dalla presentazione e del libro “Danza cieca” (Cronopio edizione, 2022) in dialogo con Delfina Stella, danzatrice e ricercatrice e con l’editore e filosofo Maurizio Zanardi. L’ingresso è su inviti ed è prevista la diretta fb www.facebook.com/unisob/live e youtube www.youtube.com/unisobna sui canali dell’Unisob (ANSA).

Advertisements