Advertisements
- Pubblicità -realizza un sito ecommerce di successo, aumenta il tuo fatturato in sole 72 ore
Home Cronaca Questo disco è il mio pensiero d’amore, incontro sulla musica leggera lunedì...

Questo disco è il mio pensiero d’amore, incontro sulla musica leggera lunedì 21 a San Marcellino e Festo.

- Pubblicità -
Annunci

Lunedì 21 maggio 2018 alle10, la musica leggera ‘rock, pop, blues, raggae, rap‘ irrompe in una Università, e in una Chiesa.

Nella magnifica cornice del Complesso dei Santi Marcellino e Festo, due famosi giornalisti e critici musicali Ernesto Assante, firma storica di ‘Repubblica’ e animatore, sul sito del quotidiano, di Webnotte, e John Vignola di RadioRai, dalle prestigiose e diversificate esperienze in campo discografico si confrontano in una jam-session di note e di immagini, di parole e di passioni, di cantate e di schitarrate, cercando di rispondere a una domanda semplice ma non facile: quali sono i dieci capolavori della storia della musica leggera, italiana e internazionale. Quali LP meritano sicuramente di essere salvati dall’oblio del tempo e magari di essere regalati, divenendo, come recitava il motivo di Mal di cinquant’anni fa (mutuato dai Bee Gees), ‘il mio pensiero d’amore’.

L’incontro, a ingresso libero fino a esaurimento posti, prevede l’ascolto di brani e la proiezione di video musicali. In veste di conduttore, un insospettabile appassionato di musica del nostro tempo: il Prorettore dell’Università di Napoli Federico II Arturo De Vivo. Introdurranno i federiciani Francesco de Cristofaro, docente di Letterature comparate e curatore della manifestazione, Giancarlo Alfano, Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Discipline della Musica e dello Spettacolo. Storia e Teoria, e Pasquale Sabbatino, coordinatore del Master di secondo livello in Drammaturgia e Cinematografia.

Nel chiostro di San Marcellino ci sarà anche F2Radio Lab, la radio ufficiale dell’Ateneo, che seguirà in diretta l’evento.

Advertisements
Parla con noi
WhatsApp GazzettadiNapoli.it
Ciao, ti scrivo dalla chat di GazzettadiNapoli.it
Exit mobile version