Sicurezza internazionale, incontro all’Orientale mercoledì 11.

124
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Mercoledì 11 maggio alle ore 14.30 presso la sede di Palazzo Giusso, Largo San Giovanni Maggiore 30, per iniziativa del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Napoli “L’Orientale” si esamineranno le implicazioni politiche, geografiche, militari, giuridiche ed economiche del protrarsi delle ostilità.

Nell’occasione sarà presentato il volume “Da Clausewitz a Putin: la guerra nel XXI secolo”, pubblicato da Ledizioni e curato da Matteo Bressan e Giorgio Cuzzelli, quest’ultimo di recente diventato docente di Sicurezza Internazionale presso l’Orientale.

La discussione sarà introdotta da Raffaele Nocera e moderata da Paolo Wulzer. Interverranno Fabio Bettanin, Matteo Bressan, Giuseppe Cataldi, Giorgio Cuzzelli, Alessandra De Chiara e Rosario Sommella.
L’incontro, che si iscrive nelle attività curate dal Dottorato di Ricerca in Studi Internazionali, avverrà in presenza dalle 14.30 alle 17.00 presso la sede di Palazzo Giusso, Largo San Giovanni Maggiore 30.

Giorgio Cuzzelli è un generale di brigata dell’Esercito Italiano in congedo. Attualmente svolge attività di consulenza nel campo della sicurezza internazionale, collaborando con diverse istituzioni accademiche in Italia e all’estero.

Quale ufficiale inferiore degli alpini, tra gli anni ’80 e ’90 ha prestato servizio per un quindicennio con il contingente italiano della forza mobile della NATO (AMF-L). Successivamente, quale ufficiale di stato maggiore, dalla metà degli anni ’90 ha operato a Roma e negli Stati Uniti. Dal 2010 al 2015 è stato assegnato alla NATO, dapprima in Italia e poi in Belgio.
Nel corso della carriera ha comandato unità ad ogni livello, dal plotone al reggimento, nazionali e multinazionali, in Patria e all’estero, ed è stato impiegato in operazioni nei Balcani ed in Afghanistan.

Ha conseguito una laurea triennale in scienze organizzative e gestionali (Viterbo, 2011), una laurea magistrale in studi internazionali (Napoli, 2014) e un diploma universitario in sviluppo internazionale (Londra, 2016). Ha inoltre frequentato la scuola di guerra dell’Esercito (Civitavecchia, 1993 e 1996), l’istituto superiore di stato maggiore interforze (ISSMI) (Roma, 1997) e l’istituto alti studi della difesa (IASD) (Roma, 2009).

Ha curato e contribuito con M. Bressan ed altri studiosi alla collettanea “Da Clausewitz a Putin: la guerra nel XXI secolo”, pubblicata nel 2022 da Ledizioni..

Advertisements