Tra i ricercatori più citati al mondo i federiciani Danilo Ercolini e Angelo Antonio Izzo – sono “Highly Cited Researchers 2022” secondo la classifica di Clarivate Analytics.

309

Danilo Ercolini e Angelo Antonio Izzo sono i due professori federiciani tra i più citati al mondo, secondo la classifica stilata dal Web of Science Group – Clarivate Analytics sono gli “Highly Cited Researchers 2022”, ovvero tra gli scienziati che hanno prodotto le pubblicazioni più citate nel proprio settore nel 2022.

I riconoscimenti della Clarivate per il maggior numero di citazioni dei propri lavori scientifici quest’anno sono andati a quasi 7mila ricercatori di tutto il mondo, tra questi 104 lavorano in Italia, tra atenei, enti di ricerca e istituzioni.

Gli ‘Highly Cited Researchers’ sono scienziati che hanno prodotto le pubblicazioni più citate esercitando un’influenza significativa nella campo della ricerca, e si basa sull’analisi eseguita dagli esperti di bibliometria dell’Istituto di informazione scientifica del Web of Science Group. I loro articoli si posizionano nel top 1% delle citazioni. Di tutta la popolazione mondiale di scienziati di tutte le discipline, gli ‘Highly Cited Researchers’ sono 1 su 1.000. Infatti, solo lo 0,1% dei ricercatori nel mondo riceve questo riconoscimento, che non è solo uno dei maggiori riconoscimenti internazionali per un ricercatore ma rappresenta un parametro importante nelle classifiche mondiali di qualità delle università: gli higly cited researchers, ad esempio, contribuiscono per il 20% al ranking Shimago.

La Clarivate Analytics gestisce in modo indipendente l’ISI – Institute for Scientific Information Web of Science, i cui database raccolgono ed elaborano i metadati dalle pubblicazioni scientifiche in tutti i campi della ricerca.

Danilo Ercolini è il Direttore del Dipartimento di Agraria. Professore Ordinario di Microbiologia, la sua attività scientifica è incentrata sullo studio del microbioma negli alimenti e nell’uomo, ha ricevuto il riconoscimento per la sua produzione scientifica nella categoria ‘cross-field’ per i suoi studi scientifici multidisciplinari che riguardano molteplici campi di intervento, dalla qualità degli alimenti alla salute dell’uomo. Studi più recenti molto citati riguardano l’impatto della dieta sul microbioma umano; particolarmente apprezzati sono i contributi sullo studio degli effetti della dieta mediterranea.

Angelo Antonio Izzo, Vicedirettore del Dipartimento di Farmacia, è Professore Ordinario nel settore scientifico disciplinare di Farmacologia. Si occupa prevalentemente dello studio farmacologico e delle potenziali applicazioni terapeutiche dei composti di derivazione vegetale, mostrando ampio interesse scientifico sulle potenzialità dei cannabinoidi e dei composti naturali che legano i Transient Receptor Potential Channels. Il riconoscimento è stato attribuito per la sua produzione scientifica nella categoria “Pharmacology and Toxicology“. Era già stato nella classifica ‘highly cited researchers’ nel 2014 e nel 2021.

Advertisements