Capri, torna l’erogazione dell’acqua, revocata ordinanza sugli sbarchi

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Da sabato sera è ripresa l’erogazione dell’acqua e la situazione è tornata gradualmente alla normalità anche a Capri, dopo il guasto di giovedì mattina. Dunque, in serata il sindaco dell’isola Paolo Falco ha firmato la nuova ordinanza (la numero 71) con la quale ha revocato i precedenti provvedimenti che vietavano gli sbarchi dei turisti senza prenotazione.

Il gestore Gori aveva individuato il problema – un “muro” d’aria che ostruiva il passaggio dell’acqua – e già a partire dalle 18 di ieri era ripresa l’erogazione dell’acqua. Restano, ora, ultimo disagi per ulteriori guasti nella penisola sorrentina, a Sant’Agnello e Piano di Sorrento, dove entro mezzogiorno – assicura la Gori – tutto tornerà alla normalità.

 

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Il sindaco Paolo Falco aveva bloccato gli arrivi dei turisti, senza prenotazione, per evitare ulteriori disagi. Con una ordinanza, condivisa con il collega di Anacapri, aveva limitato gli accessi sull’isola ai soli “clienti di strutture ricettive che abbiano disponibilità di risorse idriche sufficienti a garantirne l’ospitalità e che presentino alla biglietteria attestazione di prenotazione”.

A Capri, infatti, ogni struttura ricettiva e abitazione ha dei serbatoi alimentati dalla rete idrica e avevano ancora disponibilità di acqua, nonostante il guasto. Un’emergenza acqua “mai vista prima”, aveva raccontato il sindaco Falco.

Un messaggio rassicurante arriva dalla Federalberghi di Capri, a seguito dell’emergenza idrica che ha colpito l’isola ancora senz’acqua: “A partire dalle 15 di oggi i turisti che hanno prenotato nelle strutture ricettive possono sbarcare sull’isola”. A riferirlo all’Adnkronos è il presidente di Federalberghi Capri Lorenzo Coppola che si è attivato ed è riuscito a far emettere “una nuova ordinanza ai due sindaci di Capri e di Anacapri, Paolo Falco e Franco Cerrotta, affinché i turisti che hanno prenotato nelle strutture ricettive dell’isola possano sbarcare nonostante l’emergenza idrica, che, tra l’altro, è in via di risoluzione”. Un pressing che si è reso necessario dopo l’ordinanza di questa mattina alle 8 del sindaco di Capri che vietava a chiunque di entrare, fatta eccezione per i cittadini residenti.

“Compresa l’entità del danno – spiega – si è proceduto a una riapertura graduale dei trasporti e così dalle 15 di oggi i turisti possono arrivare a Capri grazie a una nuova ordinanza, in sostituzione della precedente. Anche se in questo momento siamo ancora senza acqua – aggiunge Coppola – ci sono segnali incoraggianti in quanto i primi serbatoi a Marina Grande si stanno riempiendo, contiamo di tornare alla normalizzazione dell’erogazione idrica nel giro di qualche ora”. Del resto “anche se le autobotti stanno arrivando non è che possiamo andare molto avanti così ma confidiamo nel ripristino dei servizi”. A Capri l’offerta ricettiva conta 6.500 posti letto, 58 alberghi e numerosi B&B, prima dell’emergenza idrica l’occupazione era al 90-95%, riferisce Coppola.

(AdnKronos)