18enne in scooter senza casco non si ferma all’alt ed investe Carabiniere, entrambi ricoverati.

Un carabiniere è stato investito da un 18enne in sella ad uno scooter ad un posto di blocco in corso Arnaldo Lucci, a Napoli.

Al giovane era stato intimato l’alt per alcune manovre azzardate compiute nel traffico.

Il diciottenne non ha rallentato ma ha colpito in pieno il militare. L’impatto è stato tale che il centauro (senza casco) ha compiuto un volo di diversi metri. Il carabiniere è stato trasportato all’ospedale Pellegrini, il giovane all’ospedale del Mare. Entrambi sono in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita. (ANSA).

Non sono più in pericolo di vita il carabiniere investito e il 18enne che a bordo del suo scooter lo ha colpito a Napoli.

Entrambi, confermano i carabinieri, rimangono in ospedale per accertamenti.

Il militare stamattina è stato investito in corso Arnaldo Lucci: al 18enne era stato intimato l’alt per alcune manovre azzardate compiute nel traffico. Il diciottenne non ha rallentato ma lo ha colpito in pieno. (ANSA).

“Misure severe per chi non rispetta le regole e mette a repentaglio la sua incolumità e quella degli altri. È gravissimo quanto registrato oggi a Napoli, dove un 18enne in sella a uno scooter, e senza casco, non si è fermato all’alt e ha investito un carabiniere, ferendosi in maniera seria e mandando il militare in ospedale. L’augurio è che entrambe le persone coinvolte nell’episodio, che sono ricoverate in gravi condizioni, possano riprendersi al più presto ma resta ferma la condanna nei confronti di chi dimostra di non avere il minimo rispetto per i tutori dell’ordine e per le regole del vivere civile, attentando alla sicurezza”. Lo afferma Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania.

Advertisements