Accoltellato al luna park, il parroco ai funerali: giovani cresciuti con Gomorra.

188
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Sono decine gli amici ed i parenti di Giovanni Guarino, il 19 enne accoltellato a morte il 10 aprile a Torre del Greco (Napoli) dopo una lite in una luna park per futili motivi, raccolti davanti alla Basilica di Santa Croce, dove alle 15 30 sono stati celebrati i funerali.

Striscioni e t-shirt indossate dai ragazzi ricordano il “gigante buono”, come il ragazzo veniva chiamato.

“Non è una storia di rivalità, qui non ci sono baby gang – dicono gli amici – è nato tutto da un litigio improvviso” “Il vero problema – dice il parroco di S Croce, don Giosuè Lombardo – sono i modelli diseducativi dei mass-media. Ci sono ragazzi che crescono a pane e Gomorra. Il risultato è questa violenza assurda”. (ANSA).

Advertisements