Agguato ad Agerola, ucciso ex pentito.

0
117

n uomo, Antonio Fontana, di 59 anni, di Castellammare di Stabia (Napoli), ritenuto affiliato in passato al clan camorristico dei Somma-Maresca non più attivo, è stato ucciso nella serata di sabato ad Agerola.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, Fontana si trovava nell’autovettura davanti ad una pizzeria in via Galli in attesa della moglie appena entrata nel locale quando sono giunti i sicari a bordo di un automezzo che hanno sparato contro di lui 8 colpi d’arma da fuoco. E’ deceduto mentre veniva soccorso da alcuni passanti.

Le indagini sono condotte dai carabinieri, ”Siamo esterrefatti – dice il sindaco di Agerola, Luca Mascolo – il nostro paese non c’entra nulla con queste cose”.

Si terrà domani l’autopsia di Antonio Fontana, di 59 anni, di Castellammare di Stabia (Napoli), ritenuto affiliato in passato al clan dei Somma-Maresca non più attivo, ucciso ieri sera davanti ad una pizzeria ad Agerola mentre in auto attendeva la moglie entrata nel locale. Fontana, fanno sapere i carabinieri che indagano, era un ex collaboratore di giustizia, fratello di un collaboratore. Fontana aveva precedenti per associazione per delinquere e armi.

Si è appreso che le targhe dell’autovettura (una Panda nuova di colore scuro) utilizzata dai sicari sono state rubate ad un videoreporter di Castellammare di Stabia, Gaetano Cuomo, che aveva parcheggiato la sua vecchia auto – una Panda di colore verde – da tre giorni in via Vecchia Pozzano. Stamane i carabinieri sono andati nella sua abitazione e l’operatore dell’informazione ha così scoperto il fatto e ha denunciato il furto. I militari sono risaliti a lui dopo aver letto la targa analizzando i filmati delle telecamere. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO