Appello EAV su Facebook: non lasciateci soli a subire le violenze.

0
314
Un fermo immagine tratto da un video diffuso dalla Polizia mostra uno dei componenti di una baby gang impegnato in un atto vandalico su un autobus dell'Atac. I tre ragazzini, due tredicenni e uno di appena 10 anni, sono stati identificati dalla Polizia impegnata a definire ora le responsabilita' dei genitori. Roma, 14 marzo 2016. ANSA/ US POLIZIA DI STATO +++ NO SALES - EDITORIAL USE ONLY +++

Una carrellata di vetri rotti a colpi di pietre, una rivendita di tabacchi nella stazione scassinata, raid di baby gang e convogli vandalizzati: è il diario della violenza, un video postato su FB, che l’Ente Autonomo Volturno, società di trasporti della Regione Campania ha voluto rendere pubblico con l’appello a “non essere lasciati soli”.

“Abbiamo inoltrato una ulteriore richiesta di aiuto e collaborazione alle forze dell’Ordine – è scritto nel post – che mira a rendere in tempo reale accessibili le immagini riprese dai nostri impianti di video sorveglianza. Una volta allertate le forze dell’ordine potranno così direttamente verificare gli episodi criminosi che si stanno perpetrando”.

“Inoltre – informa ancora il post – abbiamo deciso di agire con azioni di responsabilità patrimoniale nei confronti dei genitori dei minori che si rendono protagonisti di azioni criminali (baby gang) e che restano impuniti e impunibili”. Ieri, un dipendente è stato aggredito da un 55enne che è finito in caserma. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO