Atti falsi per fondi europei, arrestato sindaco di Somma Vesuviana.

0
334
carabinieri

Avrebbero prodotto falsi attestati di avanzamento lavori per il recupero di un complesso monumentale del 1300, che si trova nel Vesuviano, al fine di ottenere 1,2 milioni di euro di fondi europei: è quanto hanno scoperto i carabinieri di Castello di Cisterna (Napoli) che hanno notificato sei misure cautelari ad altrettanti indagati tra cui figurano tre direttori dei lavori, il sindaco e due dipendenti dell’ufficio tecnico dell’amministrazione comunale di Somma Vesuviana (Napoli). Il primo cittadino, Pasquale Piccolo, si era dimesso pochi giorni fa dall’incarico.

I lavori riguardano un edificio religioso costruito a Somma Vesuviana nel 1294 dal re Carlo II D’Angiò. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale di Nola, su richiesta della locale Procura, per le accuse di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO