In una botola alla Torretta l’accesso alla rete fognaria.

0
181
(ANSA) - NAPOLI, 25 FEB - La base operativa era in uno scantinato. Da lì partiva un tunnel collegato che dalla cosiddetta zona 'Torretta' arrivava alle fogne. E da lì la 'banda del buco' preparava il prossimo 'colpo'. I carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Bagnoli hanno rinvenuto un fucile artigianale con colpo in canna e 48 cartucce nascosti nell'intercapedine tra i muri di due palazzi di via Camillo Cucca. Ispezionando i luoghi circostanti, i militari hanno scoperto la base operativa di una "banda del buco" alla quale si accedeva scendendo le scale di un "basso". C'era di tutto: 9 tute impermeabili, 9 lampade frontali professionali, arnesi da perforazione e da scasso, guanti, caschi e mascherine, ma anche diversi capi d'abbigliamento griffati. Da lì partiva un tunnel che metteva in collegamento "la torretta" con l'ampio sistema fognario della città; scoperto anche un allacciamento abusivo alla rete elettrica pubblica. Il percorso preparato dai ladri è stato cementato e reso inutilizzabile anche con l'intervento di una squadra della rete fognaria del Comune.(

La base operativa era in uno scantinato. Da lì partiva un tunnel collegato che dalla cosiddetta zona ‘Torretta’ arrivava alle fogne. E da lì la ‘banda del buco’ preparava il prossimo ‘colpo’.

I carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Bagnoli hanno rinvenuto un fucile artigianale con colpo in canna e 48 cartucce nascosti nell’intercapedine tra i muri di due palazzi di via Camillo Cucca. Ispezionando i luoghi circostanti, i militari hanno scoperto la base operativa di una “banda del buco” alla quale si accedeva scendendo le scale di un “basso”.

C’era di tutto: 9 tute impermeabili, 9 lampade frontali professionali, arnesi da perforazione e da scasso, guanti, caschi e mascherine, ma anche diversi capi d’abbigliamento griffati. Da lì partiva un tunnel che metteva in collegamento “la torretta” con l’ampio sistema fognario della città; scoperto anche un allacciamento abusivo alla rete elettrica pubblica. Il percorso preparato dai ladri è stato cementato e reso inutilizzabile. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO