Campagna antiusura e antiracket a Portici: pago chi non paga.

93
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Iniziativa di sensibilizzazione contro il racket e l’usura a Portici (Napoli).

A pochi giorni dal Natale, volontari dell’associazione antiracket della Fai ‘Giovanni Panunzio’ e del Centro di Ascolto Antiusura don Pino Puglisi hanno distribuito a cittadini e commercianti volantini sul viale Leonardo da Vinci con l’invito a dire ‘no’ alle richieste estorsive e a chiedere aiuto nei casi di difficoltà economica per evitare di finire nella rete dello strozzinaggio.

Esperti e legali in sede forniscono gratuitamente consigli e assistenza per prevenire e affrontare due gravi piaghe. Nel corso della giornata, i volontari tra i gazebo allestiti al Viale hanno rinnovato l’invito al consumo critico ovvero a spendere da quei commercianti che si sono opposti con la denuncia alle richieste estorsive dei clan e le cui vetrine sono contrassegnate dall’adesivo ‘Pago chi non paga’. “Una iniziativa che vuole sensibilizzare tutti, cittadini e imprenditori, a rifiutare ogni forma di imposizione estorsiva in un periodo, quale quello natalizio, in cui i clan in genere richiedono la ‘tassa della tranquillità’, così come accade anche a Pasqua e Ferragosto” hanno spiegato i volontari. A quanti sono in difficoltà è stato indicato sul volantino il numero di telefono al quale rivolgersi: Centro di Ascolto Antiusura don Pino Puglisi 366-3902014 e associazione Antiracket ‘Giovanni Panunzio’ 328-1236001. (ANSA).

Advertisements