Controllo del territorio, operazione alto impatto dei Carabinieri a Torre Annunziata.

0
188

Sedie, tavoli ancorati con catene e pali di ferro. Tutti oggetti usati per assicurarsi posti parcheggio sulla pubblica via.

È quanto hanno scoperto, rimosso e sequestrato a Torre Annunziata (Napoli), nell’ambito di un servizio ”alto impatto”, i carabinieri della compagnia oplontina, impegnati insieme agli agenti di polizia municipale in attività disposte dal comando provinciale di Napoli nei rioni del centro storico, dal Quadrilatero delle carceri al Murattiano.

L’intervento riporta alla memoria la tragica morte di Maurizio Cerreto, l’uomo di 61 anni assassinato lo scorso 19 aprile al culmine di una lite scoppiata perché la figlia aveva parcheggiato in un posto in precedenza occupato da una sedia.

Gli oggetti venivano utilizzati per occupare abusivamente parcheggi in strada. Veri e propri ostacoli posizionati ad hoc per segnalare la ”proprietà” di un posto auto sul suolo pubblico: ventuno in tutto le sanzioni amministrative elevate per violazione del codice della strada e del regolamento di polizia urbana.

Durante il servizio a largo raggio non sono mancati gli arresti.

In manette per detenzione di droga è finito un uomo di 35 anni già noto alle forze dell’ordine e la consorte, incensurata di 34 anni.

I militari hanno ispezionato l’abitazione dei due, dove l’uomo stava scontando gli arresti domiciliari. Trovati 113 i grammi di marijuana: la droga era contenuta in due buste che la donna ha tentato di nascondere in tasca.

In tutto sono state 96 le persone identificate e 58 i veicoli controllati. Tre assuntori di sostanza stupefacente sono stati segnalati alla Prefettura.
(ANSA).

Advertisements
Pclove.it vendita on line di notebook, computer, pc all in one, laptop, pc nuovi on box ed usati grade A

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here