Da Napoli e Sapri e ritorno passando per Ercolano, Pompei e Paestum con l’Archeotreno di Fondazione FS domenica 28.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Torna domenica 28 aprile l’appuntamento con ‘Archeotreno Campania’, un viaggio in carrozze d’epoca che consentirà ai turisti e gruppi di famiglie di raggiungere da Napoli alcuni tra i siti di maggiore interesse storico e artistico della regione. L’iniziativa di Fondazione Fs Italiane propone un itinerario con fermate e visite nelle mete turistiche più gettonate alla scoperta di luoghi campani ricchi di storia e cultura.

Il treno, composto da carrozze Centoporte e Corbellini degli anni ’30 e ’40 del secolo scorso, partirà alle 8.20 dalla stazione di Napoli Centrale e fermerà a Pietrarsa, Portici – Ercolano, Pompei, Salerno, Pontecagnano, Paestum, Ascea e Sapri dove arriverà alle 11.19.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Gruppi di turisti potranno decidere di visitare una delle mete turistiche previste nel tragitto e poi di rientrare con la corsa di ritorno che partirà alle 16.30 da Sapri e arriverà alle 19.22 a Napoli Centrale.

I biglietti per viaggiare sui treni storici della Fondazione FS sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Si potranno acquistare anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere.

Informazioni dettagliate su sezione ‘viaggi ed eventi’ del sito www.fondazionefs.it o su le fanpage ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram. (ANSA)