Dalla Regione nuovo bando per il microcredito, dal Fondo Sociale Europeo 20 milioni per finanziamenti fino a 25.000€ ai 207 piccoli comuni (- di 5000 abitanti).

0
82

microcreditoLa Regione Campania punta sul microcredito per il finanziamento di nuove piccole e medie imprese (Pmi) nei suoi 207 piccoli comuni (PICO), quelli con una popolazione fino a cinquemila abitanti.

A lanciare l’iniziativa un nuovo bando del Fondo microcredito FSE, gestito da Sviluppa Campania SpA, che si avvale delle risorse del Fondo sociale europeo.

La selezione dei progetti prevede finanziamenti da un minimo di cinquemila euro ad un massimo di venticinquemila euro, per una durata di 60 mesi e con un tasso dello 0%.

Le domande ammissibili devono essere presentate da imprese costituende o costituite con sede nei territori dei 207 piccoli comuni identificati nel bando, che siano composte da almeno uno dei seguenti soggetti: disoccupati; inoccupati; inattivi; lavoratori in CIG o mobilità; donne; immigrati; studenti universitari.

Sono escluse da questo bando alcune attività, come quelle di pesca, acquacoltura, produzione e trasformazione di prodotti agricoli. Nella fase di avvio dell’iniziativa, una volta ammesso al beneficio del microcredito, il destinatario potrà usufruire di un servizio di supporto e di ‘tutoraggio’, offerto da Sviluppo Campania con l’intento di affiancarlo nel percorso di costituzione della propria iniziativa imprenditoriale o di avvio del progetto richiesto, anche allo scopo di contribuire alla sostenibilità delle iniziative finanziate.

Il tutoraggio avrà una durata di sei mesi a partire dalla firma del contratto di microcredito. (ANSA)

La Regione Campania ha pubblicato nel BURC n. 4 del 19/01/2015 il Decreto per i finanziamenti relativi al Microcredito per i Piccoli Comuni (PICO): si tratta del Decreto Dirigenziale n. 3 del 14/01/2015, che rende noto l’elenco dei Comuni campani con meno di 5.000 abitanti ammessi all’erogazione dei finanziamenti e le modalità di attuazione del Microcredito PICO.

Il Fondo Microcredito PICO (qui, l’articolo sul tema in occasione dell’Avviso per la presentazione dei progetti da parte dei Comuni) prevede una dotazione pari a 20 milioni di euro che saranno utilizzati per il finanziamento di imprese e startup costituite esclusivamente nei Comuni ricompresi nell’elenco di cui sopra.

I finanziamenti del Microcredito PICO sono accessibili a persone fisiche e imprese costituende o costituite da almeno un soggetto che sia disoccupato, inoccupato, inattivo, lavoratore in CIG oppure da almeno una donna, un immigrato o uno studente universitario.

In caso di presentazione della domanda da parte di imprese già costituite, è necessario che almeno un soggetto in possesso dei requisiti appena elencati sia stato assunto nei dodici mesi precedenti.

I finanziamenti erogati attraverso il Fondo Microcredito PICO della Regione Campania possono essere ricompresi tra 5.000 e 25.000 € e andranno rimborsati attraverso un piano della durata massima di 60 mesi, a tasso 0 e con rate costanti mensili.

Le domande per il Fondo Microcredito PICO possono essere inoltrate esclusivamente on-line, secondo le modalità e i termini stabiliti da ciascun Comune (le informazioni verranno rese note attraverso i siti web istituzionali dei Comuni PICO in questione).

Per maggiori informazioni e ulteriori dettagli, il D.D. n. 3 del 14/01/2015 e i relativi allegati sono scaricabili nella Sezione Decreti Dirigenziali – Programmazione Economica del BURC n. 4 del 19/01/2015, al seguente link:http://burc.regione.campania.it/eBurcWeb/publicContent/home/index.iface

LASCIA UN COMMENTO