Fabbricava gioielli contraffatti con i marchi, GdF scopre laboratorio orafo a Marcianise.

0
155

Dopo giorni di ricerche, questa mattina i militari della Compagnia della Guardia di
Finanza di Marcianise hanno individuato un laboratorio orafo nel quale venivano
realizzati migliaia di monili contraffatti.

Sui banchi di lavoro sono stati rivenuti e sequestrati quasi mille pezzi tra accessori e
gioielli finiti, sia in argento che in oro, dei noti marchi PANDORA, BULGARI,
TIFFANY, CHANTECLER e CHANEL, appena rifiniti e pronti per la vendita al
dettaglio nel prossimo week end di acquisti natalizi.

In piena attività sono stati sorpresi anche sei lavoratori “in nero” e, dopo accurate
ricerche nei locali, sono stati rinvenuti anche i 70 cliché e tamponi in gomma utilizzati
per la riproduzione dei marchi industriali.

Il laboratorio orafo, che operava in un noto centro all’ingrosso della zona, è stato
quindi sequestrato unitamente ai macchinari e alle attrezzature utilizzate per l’attività
illecita ed il titolare è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria
Capua Vetere per ricettazione e contraffazione.

Resta dunque alta l’attenzione operativa delle Fiamme Gialle casertane nel contrasto
della contraffazione, fenomeno illecito particolarmente diffuso in queste zone e che
colpisce diversi prodotti e settori merceologici.

L’azione repressiva, finalizzata a togliere dal mercato la merce contraffatta,
rappresenta poi la miglior tutela degli imprenditori che rispettano le regole e degli
stessi acquirenti, che, come in questo caso, possono anche essere ignari della non
genuinità dei prodotti acquistati e risultare vittime di vere e proprie truffe.

LASCIA UN COMMENTO