Festa scudetto e piano mobilità, sindacato Or.S.A.: tutelare incolumità lavoratori trasporti.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

dal sindacato di base Or.S.A. Autoferro riceviamo e pubblichiamo

Alla vigilia della festa per la vittoria dello scudetto da parte del Napoli, in previsione
dell’enorme afflusso in città dei tifosi di tutta la provincia, e non solo, le Prefetture interessate, il Comune di Napoli, le Forze dell’Ordine e le Aziende di Trasporto Pubblico si stanno mobilitando per organizzare un Piano di Sicurezza per garantire l’incolumità di tutti i
partecipanti.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Noi del Sindacato OR.S.A. riteniamo che, a tutela dell’integrità di mezzi di trasporto e degli
impianti oltre che dell’incolumità dei Lavoratori, il Trasporto Pubblico non debba essere
assicurato durante quell’evento.

Sappiamo bene che garantire la sicurezza, quando a muoversi sono centinaia di migliaia di
persone, è un’impresa complicatissima, non dubitiamo che verranno prese tutte le misure
idonee, ma ci teniamo a sottolineare che il timore dei lavoratori per la propria incolumità è
molto, molto, forte.

Dovendo però ottemperare ad un eventuale ordine del Prefetto per garantire la mobilità da e verso la città di Napoli, oltre che al suo interno, chiederemo:
• Trasporti gratuiti per tutti, in modo da evitare code alle biglietterie, ai tornelli e problemi
di verifica dei titoli di viaggio.
• Sosta gratuita per chi ferma il proprio mezzo di trasporto prima di entrare in città.
• Presenziamento rinforzato da parte del personale delle aziende di trasporto nelle
stazioni, sui treni, nelle funicolari e nelle metropolitane.
• Presidio delle forze dell’ordine in tutti i capolinea, automobilistici e ferroviari, in tutte le
stazioni in linea, in quelle di collegamento tra i vari vettori e nei “punti nevralgici” della
città, in modo da fornire immediato supporto ai Lavoratori in difficoltà sui mezzi pubblici.