Festival di Archeologia Sperimentale, giovedì 26 alla Camera di Commercio.

0
166

Storia ed archeologia sono la chiave di lettura consapevole dei “nostri territori”. Giovedì 26 aprile 2018 si terrà il terzo appuntamento di FAS – Festival di Archeologia Sperimentale ideato e curato dall’Associazione culturale ANIMUM DEBES MUTARE, dalle 10:00 alle 13:30 e dalle 16:00 alle 18:30 nel Palazzo della Borsa presso la CCIAA di Napoli, ingresso in Via S. Aspreno n.2 nelle Sala della Contrattazione al piano terra e Sala Convegni al II piano.

L’ingresso è gratuito ed aperto ad un pubblico eterogeneo di studenti, operatori culturali, cittadini ed appassionati.

Nella CCIAA, luogo fondato con il compito di coordinare e rappresentare gli interessi commerciali, industriali ed agricoli della provincia, l’Associazione ADM si propone di rappresentare il “diritto culturale” di territori obliati, depotenziati o esclusi dai tradizionali percorsi turistici perché dislocati, ad emergere per il loro notevole valore storico-artistico, archeologico ed enogastronomico nell’ottica di nuove strategie di glocalizzazione.

In mattinata dalle 10:00 alle 13:30 nella Sala della Contrattazione al piano terra, i partecipanti saranno condotti in un viaggio di “apprendimento significativo” dei territori della Municipalità 6 di Napoli, del Sannio e dell’entroterra campano come Avella, Teano, Sarno, Torre Annunziata attraverso la lente archeologica a tema “Antica Roma”.

Le singole identità territoriali saranno esplorate attraverso tablet, forex, guide cartacee, piantine, plastici e rappresentate dai loro esperti dotati di competenze artigianali e muniti di artefatti come voce narrante diretta ed autentica di saperi, pratiche e tradizioni antiche custodite nei luoghi di appartenenza.

Ogni esperto rivelerà il prodotto finale del proprio laboratorio di archeologia sperimentale, in taluni casi realizzato anticipatamente a causa dell’inidoneità della prestigiosa sala a consentire un’attività di sperimentazione materiale in loco.

I desk espositivi saranno corredati di materie prime, manufatti grezzi, ingredienti e miscele utili alla simulazione fedele delle tecniche. Studiosi ed archeologi avranno il compito di facilitatori nei processi di codifica delle conoscenze indotte dall’osservazione degli esperti al lavoro.

L’associazione ADM ha individuato nel tema “Antica Roma” ossia l’Impero delle nostre radici, il fil rouge archeologico – storico – artistico attraverso il quale selezionare e connettere i diversi territori oggetto di analisi. L’obiettivo è la creazione di un circuito turistico di valorizzazione reciproca che li ricolleghi attraverso il percorso di rievocazione storica e mediante la costruzione di ponti culturali, nel rispetto delle specificità.

I territori rappresentati saranno:

  1. VI Municipalità di Napoli (San Giovanni a Teduccio/Barra/Ponticelli) Attrattive: Villa romana di Caius, Villa Letizia, Biblioteca Labriola;

 

  1. Avella (Av) Attrattive: Necropoli monumentale, Anfiteatro romano e la nux abellana

Laboratorio di epigrafia a cura di Alessandra Paudice

Produttore locale Sodano, l’arte della nocciola;

 

  1. Castelvenere (Bn) Attrattive: Villa rustica di epoca romana, epigrafe funeraria del II d.C. e la produzione vitivinicola.

Laboratorio “Ex vite Vita” sull’innesto vitivinicolo a cura di Mariano Assini e Angelo Iannucci;

 

  1. Frasso Telesino (Bn) Attrattive: ballista di età romana

Laboratorio sull’arte della guerra romana a cura di Alessandro Mazzarelli;

 

  1. Pietravairano (Ce) Attrattive: arte e natura illustrate da uno storico locale;

 

  1. San Lorenzo Maggiore (Bn) Attrattive: Convento di Santa Maria della Strada, Ponte romano e epigrafe funeraria del II d.C.

Trattazioni a cura dello storico Mario Colangelo

Produttore locale Oleificio Il Laureto di Giovanni Procaccini;

 

  1. San Salvatore Telesino (Bn), Attrattive: resti di costruzioni di epoca romana e anfiteatro

Trattazioni di Alessandro Mazzarelli

Produttore locale caseario Iaquilat;

 

  1. Sarno (Sa), Attrattive: chiese, castelli ed apicoltura.

Laboratorio produzione del Miele a cura di Paola Vecchione;

 

  1. Telese (Bn) Attrattive: storia e radici romane nella produzione delle carni, del formaggio e del pane Laboratori: Armando Sanzari, Antonio Salomone e Domenico Nocera

Trattazioni a cura dell’archeologo Dario Villaccio;

 

  1. Torre Annunziata (Na). Attrattive: Villa di Poppea

Trattazioni: ProLoco Marina del Sole di Oplontis;

 

  1. Teano (Ce), Attrattive:  Teatro romano e giochi antichi

Laboratorio Ludus sui giochi antichi a cura della storica dell’arte Alessandra Paudice

 

Dalle ore 16.00, nella Sala Convegni al II piano

l’Associazione ADM condurrà una tavola rotonda presieduta dai rappresentanti della C.C.I.A.A. di Napoli e dai portavoce dei luoghi e dei siti archeologici oggetto di indagine, destinata ad un pubblico di professionisti, docenti, cittadini e realtà produttive con lo scopo di avviare una riflessione critica sull’attuale stato di valorizzazione e sull’urgenza di nuovi interventi a cura di tutti gli stakeholders coinvolti.

 

Modereranno il dibattito Alessandra Paudice, storica dell’arte ed Alessandro Mazzarelli, Presidente di ADM.

 

Interverrà l’Ing. Salvatore Boggia, Presidente della Municipalità 6 di Napoli (San Giovanni a Teduccio, Barra e Ponticelli) per presentare la programmazione inserita nel Maggio dei Monumenti 2018 dal titolo “Alla scoperta della Sesta – riscoprire il territorio”.

 

Nell’occasione sarà illustrato il progetto “L’angolo dell’artista” rivolto alle aziende, agli enti pubblici e alle realtà private sensibili alla promozione delle discipline artistiche e disponibili a farsi incubatori di giovani talenti emergenti selezionati dall’Associazione ADM, concedendo uno spazio espositivo per le loro opere.

 

Alle ore 18.00, a perfezionamento del disegno di valorizzazione territoriale, i partecipanti saranno accompagnati in un percorso offerto di degustazione enogastronomica per scoprire le bontà autentiche per qualità e tradizione delle aziende di eccellenza dei territori esplorati. I prodotti sono omaggiati dalle aziende:

 

– Armando Sanzari, Telese (Bn);

– Antonio Salomone Macelleria, Telese (Bn);

– I Tre Colori di Domenico Nocera, Telese (Bn);

– Vecchione Food, Sarno (Sa);

– Azienda Vitivinicola Castelle, Castelvenere (Bn);

– Iaquilat, il Grottone, San Salvatore Telesino;

– Il Laureto di Giovanni Procaccini, San Lorenzo Maggiore;

– Sodano, l’arte della nocciola, Avella (Av).

 

L’evento FAS ha i Patrocini della Municipalità 6 di Napoli (San Giovanni a Teduccio/Barra/Ponticelli), della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Napoli, del Comune di Castelvenere (BN), del Comune di Frasso Telesino (BN), del Comune di San Lorenzo Maggiore (BN), della Città di Teano e del Rotary Club Napoli Est (Na).

Per info Evento FB ADM.animumdebesmutare

Per condividere social: tag #FASanimum     

#usalemani    

#ponticulturali 

 #glocalismoculturale

LASCIA UN COMMENTO