Con “Fragranze di note e poesie” si conclude la stagione 2017-2018 del Salotto Donizetti.

0
98

Sala gremita nonostante si respirasse aria estiva, una bellissima serata immersa nell’arte con tante sorprese, il cui titolo non poteva che essere “Fragranze di note e poesie”. Si conclude in grande stile la stagione 2017-2018 del Salotto Donizetti, l’appuntamento culturale mensile organizzato, diretto artisticamente e condotto da Carmen Percontra, che stabilmente viene ospitato da quasi dieci anni dal Club House Artisti di Pollena Trocchia (NA), associazione di aggregazione e promozione socio-culturale voluta dal suo Presidente Gennaro Nigro.

Tanti gli ospiti della serata, davanti al numeroso pubblico di amici e soci del club che hanno assistito con grande passione e emozione alle loro performances culturali: si è aperto l’evento, dopo l’introduzione della conduttrice Carmen Percontra, con la grande voce dell’artista Giovanni Punzo, che ha cantato con entusiasmo e maestria “’E spingule francese” e “È ‘na bucia”. Quindi il socio del club Peppe Moccia ha declamato “’a badante”, lirica di Franco Scollo.

Dopo un lungo periodo di assenza è tornato a esibirsi al Salotto l’artista napoletano Antonio Onorato, accompagnato alla chitarra in questa occasione dal M° Gianfranco Matarazzo. Onorato ha cantato “Meraviglioso” di Domenico Modugno e “Oilì oilà”. Quindi è stata la volta del poeta Davide Brandi, alla prima apparizione al salotto culturale, con una sua divertente lirica, “L’odissea dint’a Cumana”. A seguire la giovanissima cantante (19 anni appena) Amalia “Amy” Sannino con “Angelo” di Francesco Renga e “Sai che” di Marco Mengoni. Nunzia D’Anna, emozionatissima, ha commosso tutto il pubblico con “Fravecature” di Raffaele Viviani, lirica dedicata alle morti sul lavoro.

Luigi Cuccurese, attore, autore teatrale e poeta, ha divertito il pubblico con tre brevi monologhi, “’o scugnato, “’O sbattuto” e “’O ‘nzallanuto”.

Non sono mancati gli appuntamenti consueti con la musica tradizionale italiana e napoletana di Aldo Vecchiotti (con “Canzone” di Don Backy, “Torna a Surriento” e “’O sole mio”) e con il monologo frizzante di Aniello D’Ambrosio che ha dedicato la sua rubrica “Lo sapevate che” agli amori di Totò, il principe della risata.

In conclusione, gran divertimento in musica con lo chansonnier Salvatore Minopoli, che ha coinvolto il pubblico con un medley di canzoni classiche, facendosi coadiuvare da Aldo Vecchiotti e, con il ballo e le castagnette, dalla conduttrice Carmen Percontra.

L’evento è stato immortalato dalle telecamere e le macchine fotografiche della DGPhotoArt di Davide Guida, coiadiuvato nella fotografia dai bravi Luciano Basagni e Vincenzo Severino, in sostituzione temporanea di Giuseppe Pelosi assente per motivi familiari. Come sempre l’impianto di amplificazione, luci e microfonaggio è stato curato con professionalità da Aldo Vecchiotti con l’assistenza del suo collaboratore Francesco Iacomino e di Aniello D’Ambrosio. Un ringraziamento particolare  va sempre ai giornalisti Alberto Del Grosso e Mauro Romano che, pur se non presenti, contribuiscono con la diffusione sulle loro testate alla buona riuscita del Salotto.

Nella sala si sono visti, fra gi altri, Tiziana Maglione con il marito Enzo, Vera Ceriello, Michelangelo Orlando, Giuseppe De Crescenzo, Gennaro Di Vaio, Vincenzo Carbone, Mauro Franzese, Franco Manna.

In attesa della ripresa del Salotto Donizetti, prevista per il 24 settembre, il Club House Artisti concluderà, il 1° luglio alle 18,00, le sue attività socio-culturali dell’anno in corso con la proiezione del lungometraggio “Noi, oltre il tramonto” scritto da Davide Guida su idea di Tiziana Viscardi e soggetto originale di Orlando Puoti. Anche questo evento sarà condotto da Carmen Percontra e intervallato da un medley di canzoni interpretate dalla magica voce di Franco Manna, con la supervisione tecnica di Aldo Vecchiotti.

LASCIA UN COMMENTO