Fumetti nei Musei: 22 graphic novel d’autore, presentato il progetto, per Capodimonte Non dimenticarti di me di Lorenzo Ghetti.

0
277

E’ stato presentato questa mattina a Roma, presso l’Istituto Centrale per la Grafica, alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, il progetto Fumetti nei Musei: 22 graphic novel d’autore destinate ai servizi educativi dei 20 musei autonomi (più il Colosseo e il Parco Archeologico di Pompei) disegnate dai più celebri fumettisti italiani.

Il progetto, ideato dall’ufficio stampa e comunicazione del Mibact, realizzato in collaborazione con Coconino Press-Fandango e con il supporto di Ales SpA, il Centro per i Servizi educativi del Mibact e della Direzione Generale dei Musei, si pone l’obiettivo di avvicinare i ragazzi e gli adolescenti al patrimonio museale italiano, attraverso storie di fantasia che hanno preso spunto da elementi storici e artistici veri.

Non dimenticarti di me” è il fumetto di Lorenzo Ghetti ambientato nel Museo e Real Bosco di Capodimonte. Tavio, Ale e Mary devono intrufolarsi nel museo senza dare nell’occhio e portare a termine la propria missione, ma il varco è rimasto aperto troppo a lungo e il viaggio nella dimensione parallela si rivela pieno di insidie ma, alla fine, Mary ritornerà ad essere Maria Cristina di Borbone, ritratta da Elisabeth Vigée Le Brun nel 1790 circa.

I servizi educativi di ogni museo metteranno a disposizione dei giovani che parteciperanno ai propri laboratori una copia del fumetto. Tutte le immagini delle copertine dei 22 albi, una selezione delle tavole a fumetti, gli schizzi e i bozzetti originali degli artisti resterano esposti in una mostra allestita all’Istituto Centrale della Grafica a Roma fino al 1 aprile.

Alla conferenza stampa di questa mattina hanno partecipato anche il direttore generale dei musei Mibact Antonio Lampis, la direttrice dell’Istituto Centrale per la Grafica Maria Antonella Fusco, il direttore editoriale di Coconino Press Ratigher, gli autori dei fumetti e alcuni direttori di musei.

 

LASCIA UN COMMENTO