Giornata Mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il messaggio degli Stati Generali delle Donne della Campania.

0
477
Corteo a Sorso contro violenza sulle donne
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

Diciamo basta ad ogni forma di violenza! Via dalla piazze, la mobilitazione è on line, nelle piazze virtuali, per coinvolgere tutte e tutti in azioni e gesti di consapevolezza

La pandemia del Covid-19 è una emergenza sanitaria ed economica drammatica. L’isolamento, la convivenza forzata, l’instabilità socio-economica hanno rappresentato per le donne il lato oscuro della violenza e il rischio per la loro vita e incolumità. La chiusura delle scuole, inoltre, da una parte, ha aumentato il carico del lavoro di cura, e dall’altra ha reso maggiormente problematico l’allontanamento rendendo la propria abitazione una trappola.

La diffusione del Covid-19 ha messo in luce quanto le donne siano le principali vittime dello sconvolgimento sociale ed economico delle nostre comunità, alle fragilità già note sono emerse nuove forme di povertà e di esclusione sociale. In questa seconda ondata della pandemia “l’indice dello stress “è risalito con il riacutizzarsi della pandemia. Il rischio è che l’ansia, oltre alle difficoltà economiche quotidiane, la mancanza di lavoro, il non poter “uscire dalla sfera del maltrattante”, si trasformi in “dolore profondo”, una seria condizione psicologica con ricadute rilevanti sulla salute nel suo complesso e sui diversi aspetti della vita delle persone, dal lavoro ai rapporti sociali, alle relazione familiari.

Il nostro appello per oggi è quello di passare alla concretezza per le donne vittime di violenza e in fragilità economica e sociale per poter ricostruire la propria autonomia economica e finalmente risolvere la questione abitativa. Stiamo realizzando sui territori interventi coordinati, funzionali, continuativi, economicamente rilevanti per le donne.

Chiediamo alle istituzioni di promuovere interventi funzionali, economicamente rilevanti per le donne che abbiano bisogno, oltre che della loro forza e determinazione, anche di quei supporti specifici minimi per garantire a sé e ai propri figli, un tempo di sicurezza e di autonomia. Occorrono idee nuove, di cambiamento; occorre il coraggio di osare e non solo di amministrare l’esistente. La sfida, da oggi, è quella di “esserci”, di “esporsi” e non di essere esposte/i, di ricostruire il tessuto delle relazioni di genere.

Oggi saremo nella nostra piazza virtuale, Angelina Acampora, Carolina Carpentieri, Libera Cesino, Melania Picariello, Natalia Sanna e tante altre donne, per l’incontro #NapoliNonMolla a sostegno delle donne della Whirlpool vittime di una violenza economica ed istituzionale. Per le nostre attività consultare il sito: www.statigeneralidelledonne.com

Maria Lippiello – Coordinatrice Stati Generali delle Donne Campania

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here