I Guardiani dei Campi Flegrei, domenica 5 al PAN per I Racconti del Possibile.

0
269

I  RACCONTI DEL POSSIBILE  

eccezionali storie normali

5 e 19 febbraio | 5 e 19 marzo 2017

domenica 5 marzo 2017 | ore 10.45

IL RICHIAMO DELLE RADICI: I GUARDIANI DEI CAMPI FLEGREI

al PAN Palazzo delle Arti di Napoli

(via dei Mille 60, Napoli)

un format di Marcello Milone e Rita Felerico

con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli

e Ordine dei Giornalisti della Campania

 

ingresso libero fino ad esaurimento posti

Prosegue il ciclo di incontri «I RACCONTI DEL POSSIBILE – eccezionali storie normali», format ideato dai giornalisti Marcello Milone e Rita Felerico, adottato e proposto dalla Fondazione Govoni al fine di sensibilizzare la pubblica opinione su temi di impegno sociale, ma anche strettamente culturali.

L’incontro di domenica 5 marzo, che si terrà, alle 10.45, negli spazi del PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, sarà condotto dalla giornalista Emanuela Capuano e avrà come eloquente titolo «Il richiamo delle radici: i guardiani dei Campi Flegrei».

Al centro dell’incontro, infatti, la storia di Luca Esposito, chef patron della Locanda del Testardo di Bacoli che si racconta attraverso la videointervista. Dopo aver fatto numerose esperienze lavorative in Italia e all’estero – ha infatti inizialmente lavorato in Trentino e nel Lazio, si è poi confrontato con una cucina multietnica a Londra e a Sharm El Sheikh, dove ha imparato a relazionarsi con altre culture, ed è infine ritornato in Campania lavorando a Napoli e in Costiera – ha scelto di mettere definitivamente radici nel suo territorio, di recuperare la tradizione e aprire la sua locanda, sempre supportato dalla famiglia. Oggi è orgoglioso della strada percorsa, dei premi e dei riconoscimenti avuti, e di poter continuare a vivere e a lavorare nella splendida e fruttusoa terra dei Campi Flegrei.

A dialogare con Esposito, non potevano mancare altri guardiani di questa terra mitica e arcaica, tra cui Rosario Mattera, ideatore di Malazè, manifestazione archeoenogastronomica dei Campi Flegrei giunta alla dodicesima edizione; Ernesto Colutta, fondatore de Il Giardino dell’Orco, azienda agricola che affaccia sul lago d’Averno e immersa in un ambiente incontaminato dov’è ancora possibile percepire la bellezza della Campania Felix; Domenico Ferrante, presidente dell’associazione L’Immagine del Mito attiva nel recuperare il mandarino dei Campi Flegrei rivalutandone le proprietà organolettiche.

I racconti del possibile aiutano a svelare cosa c’è dietro l’apparente normalità di  uomini o donne che, per raggiungere  un obiettivo, hanno compiuto scelte di vita  a volte  diametralmente opposte  a quelle più conformi, comunemente e quotidianamente adottate, e  che  si offrono alla nostra sensibilità e attenzione   testimoniando   una eccezionale verità: «realizzare ciò che si desidera e si ama è sempre possibile». Uomini e donne, dunque, alla  ricerca della felicità, attraverso percorsi di  solidarietà, comprensione dell’altro, dialogo e recupero delle origini nonché del rapporto con il proprio territorio, impegnati a costruire una società senza differenze. Ogni incontro  inizia con una videointervista del protagonista e viene sviluppato e dibattuto attraverso le testimonianze degli ospiti presenti.

Prossimo e ultimo appuntamento:

Domenica 19 marzo – ore 11

LA  DIVERSITÀ È NEGLI OCCHI DI CHI GUARDA SOLO CON GLI OCCHI

incontro con Augusto Barone, medico sportivo

LASCIA UN COMMENTO