Il Gruppo Palumbo acquisisce Cantiere ITM di Marsiglia.

0
86

Il tribunale del commercio di Marsiglia ha scelto l’unica offerta per l’acquisizione del cantiere International Technic Marine (ITM) di Marsiglia, specialista nella manutenzione e nel refitting degli yacht, che era in amministrazione giudiziaria dalla metà di ottobre. L’italiano Palumbo rileva la società e 8 dei 13 dipendenti del cantiere francese.

Il gruppo Palumbo creato nel 1967, ottiene sia i 4 bacini del grande porto marittimo di Marsiglia che un contratto di locazione che rappresenta circa un milione di euro l’anno, oltre a una parte dei debiti di ITM.

Il Gruppo Palumbo dispone di due cantieri in Italia – Napoli e Messina – ma soprattutto di un vasto complesso a Malta dove ha acquisito i cantieri di Stato privatizzati. Malta Shipyard  conta di ben quattro bacini e un piccolo dock galleggiante per le navi commerciali, mentre MSY (Malta Super Yacht) dispone di due bacini dedicati agli yacht. 

Con ITM, il cantiere precursore del refitting di yacht in Francia, Palumbo si installa nel cuore della “Mecca dello yachting”. Il suo progetto punterebbe anche a costruire degli superyacht a Marsiglia. Infatti, con il marchio Columbus Yacht, ha creato una gamma Columbus Classic composta di quattro modelli da 46, 54, 65 e 75 metri. Un primo 54 metri, il Prima, è stato costruito a Napoli nel 2011. Palumbo è il secondo gruppo italiano a investire nella riparazione navale marsigliese dopo il genovese san Giorgio del Porto.

Il gruppo italiano Palumbo ha ribattezzato PMSY-ITM per Palumbo Marseille Superyacht il cantiere ITM appena acquisito. “Marsiglia, insieme ai nostri cantieri di Napoli e Malta, costituisce un sito strategico per la riparazione di yacht, poiché viene a completare la nostra geografia” spiega Giuseppe Palumbo, il presidente della nuova società. “Attualmente consumiamo troppe energie per rimpatriare gli yacht sui nostri altri siti.”

PMSY-ITM sta per affittare nel grande porto marittimo quattro bacini per navi fino a 126 metri e più di 300 metri di banchina per la riparazione. Inoltre auspica, in un primo momento, di consacrarsi unicamente al refitting, migliorando i servizi offerti. Per riuscirci, conta di coprire rapidamente due dei bacini (per un budget compreso tra 2,5 e 3 milioni di euro) e acquisire i mezzi tecnici indispensabili per lo sfruttamento. Infatti, entro due anni Palumbo vorrebbe sviluppare la costruzione della propria gamma di superyacht Columbus proprio a Marsiglia.

LASCIA UN COMMENTO