Iniziative per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, A.N.I.D.A. ricevuta in Regione.

Oggi alle ore 11:00 il Presidente dell’A.N.I.D.A. Giuseppe Sannino è stato invitato alla presentazione delle modalità operative sull’utilizzo del Fondo Regionale per i Disabili art. 14 Legge 68/99, erano presenti gli Assessori Regionali della Campania Marchiello (lavoro) e Filipelli (formazione), il direttore D’Urso, il Coord. Collocamento Obbligatorio Sorrentino, Raccuglia Anpal, il Garante dei Disabili Colombo, altri funzionari della Regione e i rappresentanti delle varie associazioni di categoria.

Le Misure presentate sono: – Autoimprenditorialità – Tirocini – Voucher Formativi – Accomodamento Ragionevole – Altre misure. Attualmente il Fondo art 14 ammonta a circa 8,3 Mil, Sorrentino ha illustrato ai presenti i dettagli delle misure.

In accordo con gli Assessori, con il Garante e le associazioni si è stabilito che a breve si terranno tavoli programmatici per entrare nel merito ed eventualmente apportare modifiche correttive a tali iniziative. L’A.N.I.D.A. ha proposto incontri bilaterali con il mondo dell’imprenditoria per conoscere i profili professionali richiesti e far comprendere anche attraverso campagne di sensibilizzazione che il disabile al posto giusto si “trasforma” da “zavorra” a “ricchezza” per il Paese.

L’associazione anche in passato si è dimostrata disponibile ad apportare la sua lunga esperienza e competenza in materia, purtroppo i “buoni propositi” non si sono trasformati in fatti concreti e ha preso le distanze da misure spesso inefficaci e inefficienti.

Le iniziative presentate stamattina non sono rivoluzionarie, ma se applicate nel modo corretto, potrebbero favorire l’inserimento lavorativo dei disabili,

In attesa delle future convocazioni, si spera nel più breve tempo possibile, vista la delicatezza e l’importanza della materia, l’A.N.I.D.A. ha anticipato alcune sue perplessità sulle modalità operative delle misure. In particolare, le criticità della “diagnosi funzionale”, i criteri di classificazione degli iscritti al Collocamento Obbligatorio, che hanno portato il numero attuale a 83.000 tra Na-Prov. e circa 200.000 in tutta la Campania, le finalità dei tirocini e voucher formativi, che devono essere un “ponte” per un’occupazione stabile (non fini a se stessi, che creano solo occupazione ai soliti professionisti del settore) e la sopravvivenza dei progetti di autoimprenditorialità finanziati.

L’associazione vigilerà sull’applicazione corretta delle misure affinché queste creino vero lavoro per le persone con disabilità e non si trasformino nel solito spreco di mezzi e risorse.

Advertisements