Investita ed uccisa all’uscita dalla discoteca, si costituisce il pirata della strada.

0
235
La macchina su cui è finita la ragazza dopo essere stata investita da un'auto pirata mentre attraversava la strada all'uscita da una discoteca a Sant'Antimo (Napoli), 05 marzo 2017. ANSA/CARABINIERI +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Si è consegnato ai carabinieri di Villaricca (Napoli) l’automobilista che ha investito e ucciso, prima di darsi alla fuga, una ragazza di 25 anni all’uscita da una discoteca nel Napoletano.

Si è presentato ai militari insieme con il suo avvocato confessando – come hanno reso noto i carabinieri – di essere lui l’investitore. Si tratta di un giovane di 27 anni, di Giugliano (Napoli).

La ragazza, Debora Menale, era stata investita ed uccisa all’alba da un’auto mentre attraversava la strada all’uscita da una discoteca a Sant’Antimo (Napoli).

La giovane, di Gricignano d’Aversa (Caserta) è stata travolta – secondo la ricostruzione dei Carabinieri dei carabinieri da una Fiat Bravo nera. L’uomo alla guida non si è fermato e si è dato alla fuga. La ragazza è giunta morta all’ospedale di Aversa. Indagini in corso dei carabinieri per identificare il conducente dell’auto pirata. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO