Maggio dei Monumenti, Napoli celebra Gaetano Filangieri.

0
199
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Riapre i battenti, per la sua 25/a edizione, il Maggio dei monumenti; a Napoli tante iniziative e mostre gratuite, grazie al progetto “Io vado al museo”, che prevede il seguente calendario di apertura gratuita al pubblico delle gallerie del capoluogo campano: il 5 c’è stata l’inaugurazione col Bosco di Capodimonte; il 6 è toccato al Palazzo Reale di Napoli; il 12, 19 e 26 al Museo Archeologico di Napoli; il 18 alla Reggia di Caserta e il 21 a Castel Sant’Elmo.

Si prevedono mesi caldi in Italia non solo per le isole, ma anche per la città di Napoli che si propone quindi come meta privilegiata per le vacanze, in occasione del maggio dei monumenti. Una linea marittima in continua espansione e sempre più adoperata dai turisti è quella che collega la Sicilia con il capoluogo campano, con partenza dalla città di Palermo. Il traghetto Palermo Napoli mette quindi in comunicazione due tra le mete più ambite per il periodo estivo, in modo comodo e facile, grazie a Moby, che permette di raggiungere agevolmente Napoli con prezzi competitivi e offerte vantaggiose.

L’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli ha deciso di dedicare la manifestazione al giurista e pensatore Gaetano Filangieri, uno dei massimi esponenti dell’Illuminismo, vissuto a Napoli e conosciuto ai più grazie alla sua massima opera, dal titolo La Scienza della Legislazione, in cui ha messo in luce le ingiustizie sociali del tempo. Il titolo scelto per l’evento è pertanto “Il diritto alla felicità. Filangieri e il ‘700 dei Lumi”.

Il maggio dei monumenti prevede visite guidate tra i luoghi del Settecento napoletano, concerti e spettacoli teatrali, per celebrare il 220° anniversario dei moti rivoluzionari del 1799. Questi solo alcuni dei partner dell’iniziativa: l’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, l’Institut Français di Napoli, l’Istituto Italiano per gli Studi Storici “Benedetto Croce”, la Società Napoletana di Storia Patria, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, il Museo Nazionale di Capodimonte di Napoli, il Museo Civico Filangieri di Napoli, Palazzo Zevallos di Stigliano, la Biblioteca Nazionale di Napoli e il Teatro San Carlo.

Tante le iniziative in programma: fino al 15 giugno, sarà possibile visitare la mostra gratuita dedicata all’illuminista napoletano organizzata a cura della Biblioteca Nazionale di Napoli, fruibile al pubblico dal lunedì al venerdì (ore 9-18) e il sabato mattina (ore 9-13). Al Maschio Angioino, invece, saranno esposti fino al 2 giugno dipinti e testimonianze scritte sulla vita di Filangieri, ripercorrendo le tappe più salienti della sua formazione politica e filosofica.

Ogni sabato sarà poi possibile visitare alcuni dei luoghi simbolo di Napoli, tra cui la Chiesa dei Santi Severino e Sossio, il Museo Filangieri, l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte e la Chiesa del Carmine; mentre, per gli amanti delle tradizioni, sabato alle 11.00 allieteranno il pubblico voci narranti che racconteranno storie, personaggi, riti e leggende. Infine, sabato 25 maggio alle 10.00, nella Basilica del Carmine sarà presentato un percorso animato che racconterà la storia della Repubblica Napoletana del 1799.

LASCIA UN COMMENTO