Malore ad un passeggero e guasto ai freni, odissea di un treno Circumvesuviana.

0
118
La stazione della circumvesuviana a Ercolano (Napoli), dove un ragazzo di 14 anni è rimasto gravemente ferito a una gamba dopo essere stato investito da un treno, 17 novembre 2015. ANSA / CESARE ABBATE

Prima una lunga sosta per prestare soccorso a una donna colta da malore, quindi un guasto tecnico che ha bloccato la circolazione dei treni verso Napoli. Mattinata di forti tensione per i pendolari della linea Baiano-Napoli della Circumvesuviana, gestita dall’Eav.

Questa mattina infatti il viaggio iniziato lungo la linea che attraversa i comuni dell’area nolana per i pendolari diretti nel capoluogo campano, si è trasformato in un’odissea. Prima il capotreno è stato costretto a una prolungata sosta alla fermata di Pratola a Pomigliano d’Arco (Napoli) a causa di un malore accusato da una donna, per la quale è stata necessario l’intervento di un’ambulanza del 118.

Nemmeno il tempo di ripartire, che poche fermate dopo, alla stazione di Casalnuovo, il convoglio si è dovuto nuovamente fermare a causa di un problema all’impianto frenante che ha prodotto una coltre di fumo nero. Problema questo risolto dopo oltre un’ora, con inevitabili conseguenze sulla regolare circolazione dei treni. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO