Movida e controllo del territorio, Polizia e Carabinieri al lavoro. Rissa a coltellate in via Partenope, piazze del centro storico sgomberate.

0
188
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare

Tre giovani – due dei quali minorenni, di 15 e 16 anni – sono stati feriti in una lite cominciata per futili motivi sul lungomare di Napoli. E’ accaduto sabato sera in Via Partenope, una delle aree della movida.

I tre, secondo quanto hanno riferito alla polizia che ha avviato le indagini, hanno avuto una discussione con un giovane in compagnia di una ragazza; il diverbio è degenerato e nel corso della lite i tre sono stati colpiti con un coltello. Nel corso delle indagini la polizia ha poi fermato un minorenne; gli accertamenti proseguono con il coordinamento della Procura minorile.

Il 15enne è stato ferito allo sterno: accompagnato prima al presidio ospedaliero dell’Annunziata e poi nel Cardarelli è stato sottoposto a intervento chirurgico (non è in pericolo di vita). Il 16enne è stato colpito alla coscia destra, all’avambraccio destro, allo sterno e alla schiena; condotto al Pellegrini, è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.

Infine il maggiorenne, 18 anni, ha riportato ferite superficiali al gluteo superiore sinistro. Portato al Cto è stato giudicato guaribile in 10 giorni e dimesso. (ANSA).

Piazze sgomberate sabato sera dai carabinieri nel centro antico di Napoli allo scattare del coprifuoco: 93 complessivamente in città le persone (la maggior parte giovanissime) sanzionate per l’inosservanza delle norme anti-covid. Militari in azione, in particolare, in Piazza S. Giovanni Maggiore, Largo Banchi Nuovi, Piazza Bellini e Piazza S. Domenico Maggiore dove sono scattate sanzioni per 54 giovani.

Durante le operazioni, i carabinieri hanno controllato un bar nei pressi di Piazza Bellini.

L’esercizio sembrava fosse chiuso ma gli schiamazzi al suo interno hanno attirato l’attenzione dei militari: 17 persone stavano consumando bevande al suo interno oltre l’orario consentito. Tutti sanzionati, anche il titolare che vedrà il suo locale chiuso per 5 giorni.

I carabinieri sono stati impegnati nell’ambito dei servizi disposti dal Comando provinciale volti al contrasto dell’illegalità diffusa, oltre alla verifica del rispetto delle norme anti-contagio. I motociclisti del Nucleo radiomobile di Napoli hanno effettuato un servizio mirato all’uso responsabile del casco nel Rione Sanità. 31 scooter sono stati controllati e di questi 17 sono stati sottoposti a fermo amministrativo mentre 7 sono stati sequestrati. I militari hanno sanzionato – per il mancato uso del casco – 22 centauri. Tra i vari cittadini controllati anche 5 genitori che viaggiavano sullo scooter senza casco e con i propri figli a bordo senza dispositivo di protezione.

Tra le varie attività controllate anche in altre aree della città, i carabinieri hanno sanzionato il titolare di una pizzeria in Piazza San Domenico Maggiore per carenze igienico sanitarie. Nel quartiere Vomero, invece, sono stati sequestrati 20 chili di merce (per assenza di tracciabilità alimentare) al titolare di un ristorante-pizzeria.

Denunciati a Posillipo 4 parcheggiatori abusivi.

Nel Rione Traiano, i carabinieri hanno denunciato e sanzionato 2 persone – padre e figlio – per accensioni ed esplosioni pericolose. I militari li hanno sorpresi mentre accendevano in strada 30 batterie di fuochi d’artificio. (ANSA).

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here