Movida, ordinanza regionale, vietata vendita alcolici dalle 22 alle 6.

0
128
Traffico bloccato fino alle 4 del mattino, assembramenti e bivacchi, schiamazzi, risse tra giovani e residenti esasperati a filmare il tutto, 24 maggio 2020. Chi si è trovato dalle parti del lungomare di Napoli nella notte per il primo sabato post lockdown parla di "una follia collettiva". Migliaia di persone, anche senza mascherina, si sono riversati in strada, a piedi o con le auto, con i marciapiedi utilizzati come corsie preferenziali da auto e moto, nonostante i locali della movida abbiano rispettato il limite della chiusura alle 23. ANSA
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

In Campania divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, dopo le 22 da parte degli esercizi commerciali (compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici; dalle 22 alle 6 divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, compresi parchi comunali e ville.

Sono alcuni dei contenuti dell’ordinanza 53 firmata dal governatore, Vincenzo De Luca, con ulteriori misure anti Covid-19. E ciò, dice una nota dell’Unità di crisi, dopo “le problematiche registrate nello scorso fine settimana e agli incontri avuti con le Camere di Commercio”.

Per bar, ‘baretti’, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi e esercizi di somministrazione ambulante di bibite resta consentita la facoltà di apertura a partire dalle 5 ed è disposto l’obbligo di chiusura entro l’1, con obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli a partire dalle 22.Nessuna limitazione nell’orario di chiusura per ristoranti, pub e pizzerie. (ANSA)

Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here