Neapolitan Brain Group, il punto sulle neuroscienze giovedì 14 alla Stazione Dohrn.

0
602

Giovedì 14 dicembre 2017, alle 9, presso la Stazione Zoologica Anton Dohrn si terra’ il meeting del Neapolitan Brain Group (NBG). Circa 50 contributi di ricerca nel campo delle neuroscienze saranno presentati nel corso della giornata, che si articolerà in 4 sessioni guidate da quattro coppie di chairmen. 25 contributi saranno presentati come comunicazioni orali: la presentazione potrà essere tenuta sia in lingua inglese che in italiano; 24 saranno invece presentati sotto forma di poster.

Il programma completo

Tutti i contributi che costituiscono il programma provengono da Centri sia universitari che afferenti al CNR come l’Università Federico II, SZN, Tigem, CEINGE, Università della Campania Luigi Vanvitelli, Università di Salerno, Università del Sannio, IBBR, IBCN, ICB, Università del Molise,  e saranno nella quasi totalità dei casi presentate dai più giovani esponenti dei gruppi di ricerca. Infatti, una delle finalità del gruppo NBG è appunto quella di promuovere in maniera decisa la partecipazione attiva dei ricercatori più giovani per stimolarne le doti scientifiche e di confronto produttivo con i pari e con i colleghi più esperti e più anziani.

L’NBG, nato nel 2015 da un’idea del professore Ennio del Giudice dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è un gruppo di confronto tra ricercatori di base e clinici dell’area napoletana, e più in generale, campana, interessati allo studio della fisiologia e delle patologie del sistema nervoso. L’NBG è dotato di un Comitato organizzatore costituito, oltre ad Ennio del Giudice che ne è il Coordinatore, da Elia Di Schiavi, Carla Lucini, Mauro Cataldi, e, da questo sesto meeting, anche da Paolo Sordino. Il gruppo è aperto a tutti e, in particolare, ai giovani in formazione, quali dottorandi, postdoc, specializzandi, studenti e tirocinanti delle Università e degli Enti di Ricerca.

L’NBG vuole essere un’occasione di incontro, in un’atmosfera informale, per tutti gli appassionati

di ricerca clinica e di base che intendano migliorare la reciproca conoscenza e, per quanto possibile,

esplorare momenti di collaborazione proficua con la finalità di unire in una sorta di rete culturale tutti i Centri dell’area campana in cui si fa clinica e/o ricerca di base nel settore delle neuroscienze.

Allo scopo di realizzare meglio questo obiettivo gli incontri si svolgeranno in maniera itinerante, presso i diversi Centri di ricerca della nostra Regione.

I precedenti cinque meeting promossi dall’NBG si sono tenuti presso il Dipartimento di Biotecnologie dell’Università Federico II e presso il CEINGE -Biotecnologie Avanzate. Finora ci sono stati 4 incontri aperti ai contributi di tutti: il 4 giugno 2015, il 4 febbraio, il 28 aprile ed il 15 dicembre 2016, in cui si sono ritrovati ricercatori delle diverse università napoletane, dell’Università di Salerno, del CNR, del TIGEM, dell’SZN e del CEINGE. Inoltre, il 9 giugno 2016 si è svolto un incontro monotematico dedicato ai: “Meccanismi molecolari, fisiopatologici e clinici nella neuroprotezione dell’ipossia neonatale” con la collaborazione organizzativa del Prof. Lucio Annunziato dell’Università di Napoli Federico II. A tutti questi eventi hanno partecipato in totale più di cinquecento tra professori, ricercatori, dottorandi, postdoc, specializzandi, studenti e tirocinanti delle università e degli enti di ricerca campani.

L’iniziativa NBG gode del patrocinio morale dell’Università Federico II.

La mailing list del gruppo conta ad oggi 226 membri.

Advertisements
Pclove.it vendita on line di notebook, computer, pc all in one, laptop, pc nuovi on box ed usati grade A

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here