Once upon a time…, wedding, alta moda e lusso domenica 25 al Castello La Sonrisa.

0
386

C’era una volta e c’è ancora. È il desiderio di sognare e di far diventare il sogno realtà. Così nasce “Once upon a time…”, un evento unico dedicato al wedding, al luxury e all’haute couture. Da un’idea della Event Planner Mena Alfano, il 25 novembre 2018 a partire dalle ore 16.00, al castello “La Sonrisa” di Sant’Antonio Abate (NA), il mondo delle favole diventa puro incanto.

Una serata organizzata in collaborazione con la For You Communication che vede protagonista il lusso: un lusso non ostentato, ma espressione di eleganza artistica e fantasiosa. Uno spettacolo per far vivere, anche per un solo giorno, tutto quello che la creatività è capace di donare al sogno!

Un sogno ad occhi aperti in un luogo fantastico, dove ci condurranno le voci e i volti di Valeria Altobelli e Lorenzo Flaherty.  Un mix di sfilate che si dipana tra abiti da sposa e da cerimonia, acconciature scultoree, mise en place di tavoli imperiali e fastosi addobbi floreali per celebrare l’amore nell’accezione migliore.

Nel salone “Luigi XV” a vestire il sogno ci sarà la catwalk di Graziano Amadori con 12 abiti dedicati all’evento, ispirati ai quattro elementi dell’universo: fuoco, terra, aria e acqua, tutti rigorosamente declinati al femminile; Cleofe Finati non dimentica che un sogno spesso è condivisione a due e sceglie, quindi, di portare sulla passerella il suo marchio cerimonia uomo con Amet, la nuova collezione 2019 che rappresenta “un abbraccio lungo, stretto e urlato… un abbraccio multiculturale”. Il brand Anita Sposi calca la splendente catwalk con la collezione sposa A/W 2018/2019; Ada Sorrentino sfila con la collezione bridal Alta Moda 2019 e con la capsule collection Mon Petit, mentre Stefano Blandaleone sorprende con la prestigiosa bridal Luxury Vibes Collection. Marinella Galloni presenta la collezione ‘Mini Me’ dedicata all’evento e porta in scena anche un delizioso, unico ed esclusivo, abito Cinderella Baby.

A scandire i passi del sogno Mario Valentino che per evento ha realizzato, in limited edition, un prezioso paio di scarpe dal nome Once upon a time”.  Perché in tema di favole e del… C’era una volta… c’è Cenerentola, la protagonista assoluta della fiaba che per antonomasia incarna il simbolo del sogno d’amore.  E le “scarpette” di Mario Valentino brillano in tutto il loro fascino stilistico nella rievocazione scenica del famoso ballo a corte. Una performance sulle note del valzer di Tchaikovsky -Waltz of the Flowers- che, attraverso l’esibizione di alcune coppie di ballerini professionisti e le acconciature di Marina’s Style di Orvieto ci riporteranno nella magica atmosfera di un sogno collettivo.

Ma i sogni lo sappiamo partono dalla testa e, quindi, in un giorno così non poteva mancare la presenza di Giuseppe Fata, “il genio dell’arte in testa”, che stupirà i presenti con la sua nuova collezione ‘White Inside’ ispirata alla grandezza dell’arte Barocca di Gian Lorenzo Bernini.

A realizzare le acconciature delle modelle e dei conduttori della serata ci saranno gli hair stylist di alcuni franchising campani del gruppo Jean Louis David e il make up sarà a cura dell’Accademia Liliana Paduano.

La scelta della data di questo evento non può certo ritenersi casuale. È impensabile dimenticare che il 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e i sogni spesso sono una delle peculiarità dell’essere donna. Ma alcuni si infrangono dolorosamente contro il muro del sopruso e della sopraffazione maschile.  Così a quella che si pensava potesse essere una favola, la parola fine troppo spesso viene scritta drammaticamente nel silenzio, nell’indifferenza e con il sangue. Per questo Lorenzo Flaherty e Stefania Benincaso, proprio durante questo evento dedicato soprattutto alla bellezza che può rappresentare il sogno d’amore, hanno scelto di ricordare le tante donne vittime di violenza con una scena tratta dal loro spettacolo teatrale “Donne che non si arrendono”. Una performance, sotto metafora, sulla difficoltà anche solo di denunciare la violenza.

“Once upon a time…” è stato però concepito come un inno per celebrare le donne in tutta la loro essenza, forza, bellezza, femminilità. La donna del terzo millennio che tra lavoro, famiglia, affanni, non smette di lottare per la propria libertà. Ma non smette neanche di sognare. Un sogno che emana il profumo di un giglio bianco, un fiore dallo stelo alto e diritto, emblema di forza, nobiltà e fierezza d’animo. Un fiore simbolo che le modelle porteranno in mano e dove saranno gli astri dei segni zodiacali a illuminare le previsioni sentimentali affidate all’astrologa Mirella Stazi.

“Once upon a time…” è un sogno a colori, è un evento nell’evento, è in un giorno il racconto di un libro la cui copertina è dedicata al wedding, al luxury, all’haute couture.

LASCIA UN COMMENTO