Operatori 118: costretti a spegnere la sirena per non dar fastidio alla camorra.

528
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Ogni volta che andiamo in queste zone c’è qualcuno che ci “suggerisce” di spegnere le sirene e i lampeggianti perché danno fastidio e possono creare allarmismo all’interno del quartiere”, spiega Manuel Ruggiero, medico del 118 e presidente dell’associazione Nessuno tocchi Ippocrate, a Inews24.it. “Noi già sappiamo che in alcuni quartieri non dobbiamo accendere le sirene, ma nei casi di codice rosso, facciamo il nostro lavoro. Procediamo per la nostra strada e le accendiamo. Nei casi di minore gravità le teniamo spente per evitare aggressioni”, continua Ruggiero. “In tutta la città questo è un problema frequente. Succede nei Quartieri Spagnoli, la Sanità, al Rione Traiano”. L’ultimo episodio, accaduto sabato 30 gennaio alle 20 alla postazione di Pietravalle, è stato denunciato sui social dall’associazione Nessuno tocchi Ippocrate. “L’equipaggio era diretto a scala Montesano (quartieri spagnoli). Improvvisamente vengono affiancati da due loschi figuri su un motociclo, che bussando violentemente sulla fiancata del mezzo, fermano la corsa ed esclamano: “Hai capito che qui le sirene non le devi usare? Spegnile, altrimenti ti sparo” e successivamente una serie di offese non ripetibili”. A questo punto l’autista ha allertato le forze dell’ordine e in attesa del loro arrivo “l’equipaggio resta ostaggio del quartiere senza potersi muovere, in quando i facinorosi facevano ronde continue intorno a loro” si legge sul profilo Facebook dell’associazione. 

Advertisements