Oro, argento e Mitra. Mostra sull'arte orafa napoletana alla Real Cappella del Tesoro di San Gennaro.

0
77

T-4acdbc8f77560ef2fffbd2b961ee4340-304x436Una targa commemorativa a Matteo Treglia in Piazzetta Orefici.

Una mostra permanente per la Mitra di San Gennaro al Museo dedicato al Tesoro del Santo. Napoli e i napoletani hanno così riacceso i riflettori su un’arte, quella del ‘700, e su un’opera, il prezioso copricapo di San Gennaro.

La Mitra e il suo autore hanno fatto parlare di sé e continueranno a farlo nel corso del seminario “Matteo Treglia: oro, argento e Mitra”.

L’evento, patrocinato dal Comune di Napoli, dalla Regione Campania, dall’Accademia di Belle Arti e dall’Università Suor Orsola Benincasa, si terrà venerdì 23 gennaio alle ore 15.30, in una location molto suggestiva, la Real Cappella del Tesoro di San Gennaro.

Figure di spicco della gemmologia e dell’oreficeria italiana condurranno il pubblico in un viaggio nella storia e nell’arte partenopea. Le relazioni porteranno la firma di illustri rappresentanti del mondo intellettuale campano. Gli storici dell’arte dell’Università Suor Orsola Benincasa Stefano Causa e Gian Giotto Borrelli introdurranno il contesto Settecentesco, la pittura napoletana e la figura di Matteo Treglia, orafo napoletano rivalutato da molti esperti del settore come “non inferiore a Cellini” per la creatività nel realizzare la Mitra di San Gennaro.

LASCIA UN COMMENTO