Picchia la moglie e ferisce un vicino, arrestato dai Carabinieri a San Marcellino.

0
189
Carabinieri all'esterno dell'abitazione dell'uomo che ha ucciso la moglie fingendo un suicidio lo scorso 12 luglio a Lago Patria, (NA) e dopo accurate indagini è stato arrestato a Lago Patria, 17 Agosto 2020 ANSA/CESARE ABBATE/
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

Ha picchiato e minacciato di morte la moglie con un coltello, per poi scagliare fendenti contro un connazionale intervenuto a difesa della donna.

È accaduto a San Marcellino (Caserta); in manette è finito un albanese di 43 anni accusato per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Sono stati i carabinieri ad accorrere a casa della coppia in seguito ad una segnalazione per lite tra coniugi; quando i militari sono arrivati sul posto, il 43enne albanese stava fuggendo in auto ma è stato bloccato, con sé aveva ancora il coltello da cucina usato per seminare il terrore.

La donna ha riportato contusioni al capo, al naso, all’addome e una ferita lacero contusa al lobo auricolare sinistro, mentre al vicino di casa intervenuto in sua difesa sono state riscontrate ferite d’arma da taglio. Il 43enne responsabile è finito in carcere.
(ANSA).

funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here