Premio Cimitile, da sabato 9 una settimana di appuntamenti culturali e letterari alle Basiliche Paleocristiane.

0
706

Prende il via sabato 9  al Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile il Premio Cimitile, rassegna letteraria, artistica e culturale che andrà avanti fino a sabato 16.

 Il Premio Cimitile e Guida Editore negli anni hanno voluto premiare e rendere protagonisti, con le migliori firme del giornalismo e della letteratura italiana, anche e soprattutto gli inediti, scoprendo nuovi scrittori e ponendoli all’attenzione del panorama nazionale.

“E’ una rassegna letteraria che ha conosciuto nei suoi 23 anni di storia una crescita continua in termini di prestigio e riconoscimento istituzionale –  ha affermato il presidente della Fondazione Premio Cimitile, Felice Napolitano -. Oggi possiamo guardare ai risultati che il premio ha lasciato sul territorio, rivolgendo la nostra attenzione con orgoglio a quanto di buono ha fatto per il complesso basilicale e per la crescita culturale del territorio e della regione Campania. Questo rafforza in noi la consapevolezza di quanto la cultura, l’arte della scrittura, la passione per la lettura, costituiscano la base di ogni arricchimento sociale”.

Il Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile, uno degli esempi più affascinanti di arte paleocristiana in Italia, sarà lo scenario naturale di tutta la kermesse letteraria che si articolerà in una serie di convegni e di incontri culturali.

“Abbiamo messo insieme cultura, bellezze straordinarie dal punto di vista archeologico, valorizzazione dei territori –  ha sottolineato la presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D’Amelio -, in cui c’è tutto ciò che può fare turismo di qualità, perché abbiamo anche prodotti di eccellenza enogastronomica. Questo premio continua a mettere radici e ci fa sentire protagonisti, perché il libro è un elemento di enorme rilevanza culturale, con particolare riferimento all’educazione delle giovani generazioni”.

Ad inaugurare la rassegna sarà Sabato 9 Giugno alle ore 18,00 la mostra d’arte “Controguerra 2018, Un segno di pace nel centenario della grande guerra” a cura di Giuseppe Bacci che aprirà la kermesse letteraria con la presentazione del libro: “Palazzo d’ingiustizia”, di Riccardo Iacona – Marsilio. Domenica 10 alle ore 18,30 ci sarà la presentazione del libro “Lei mi sorride ancora” di Rita Muscardin – Guida Editori, opera vincitrice della sezione inedita di narrativa. Martedì 12 alle ore 19,00 sarà presentato il libro “Il lavoro nel XXI secolo” di Domenico De Masi – Marsilio. Giovedì 14 il convegno internazionale di archeologia dal titolo “Prima e dopo Alboino: sulle tracce dei Longobardi”.

Alla presentazione della rassegna sono intervenuti anche Felice Di Maiolo, Consigliere della Città Metropolitana di Napoli; Ermanno Corsi, Presidente del Comitato scientifico del Premio; Elia Alaia, Presidente dell’Associazione Obiettivo III Millennio; Diego Guida, Editore.

La settimana di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico sarà densa di eventi, letteratura, convegno internazionale di studi, spettacoli, musica, momenti di riflessione. Culminerà con la serata finale di premiazione e la consegna dei campanili d’argento ai vincitori della XXIII edizione del Premio.

Il Programma del Premio Cimitile anche quest’anno racchiude tutto questo: il territorio che si racconta, le risorse, gli uomini del meridione che si interrogano sulle proprie condizioni, sulle luci ed ombre della nostra realtà sociale, sulle soluzioni per dare un futuro migliore alle prossime generazioni.

Il programma completo

Il Comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi, ha selezionato così i vincitori della XXIII edizione:

Sezione I: Migliore opera inedita del genere narrativo.

Rita Muscardin: “Lei mi sorride ancora”. Il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura della casa Editrice “Guida” di Napoli.

Sezione II: Migliore opera edita di narrativa.

Sara Rattaro: “Uomini che restano”. Sperling & Kupfer.

Sezione III: Migliore opera edita di attualità.

Mario Giordano: “Avvoltoi” – Mondadori

Sezione IV: Migliore opera edita di saggistica.

 Alessandro Barbano: “Troppi diritti” – Mondadori

Sezione V: Migliore opera edita archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale.

Matteo Braconi: “Il Mosaico del Catino Absidale di S. Pudenziana” – Tau Editrice

Premio Giornalismo “Antonio Ravel” a Carlo Verna

Presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti

Premio Speciale ad Alessandro Pansa

Prefetto, Direttore Generale del DIS

Ai premiati sarà consegnato il “Campanile d’argento” opera raffigurante il primo campanile della cristianità, quello delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile.

L’iniziativa, vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.

 

LASCIA UN COMMENTO