Advertisements
- Pubblicità -realizza un sito ecommerce di successo, aumenta il tuo fatturato in sole 72 ore
Home Cronaca Puntano pistola in faccia a figlio 11enne per rapinargli lo scooter.

Puntano pistola in faccia a figlio 11enne per rapinargli lo scooter.

Un fermo immagine tratto da un video dei carabinieri di Roma, 22 agosto 2021: Nella serata di ieri i carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca, nell'ambito dei quotidiani controlli antidroga nelle principali "piazze di spaccio" della zona, in poche ore hanno arrestato 3 pusher. I militari hanno sequestrato centinaia di dosi tra cocaina e hashish pronte per essere smerciate ai loro "clienti" in cerca di sballo. A finire in manette per prima è stata una donna romana di 33 anni, con precedenti, sorpresa in via dell'Archeologia in possesso di una trentina di dosi singole di cocaina. In casa, durante la perquisizione, i carabinieri hanno anche rinvenuto una cartuccia cal. 38 Special, motivo per cui la 33enne è stata anche denunciata a piede libero per detenzione abusiva di armi. ANSA/CARABINIERI EDITORIAL USE ONLY NO SALES
Annunci

E’ stato ritrovato, dai carabinieri, a Volla, in provincia di Napoli, lo scooter rapinato a Gianfranco Wurzburger, presidente dell’associazione di volontariato Assogioca ed esponente di Confcooperative Campania, nella tarda serata di ieri mentre rientrava in compagnia del figlio undicenne da un match di solidarietà tenutosi allo stadio Maradona di Napoli.

Secondo il racconto fornito agli investigatori da Wurzburger, i banditi, cinque in tutto, entrati in azione lungo via Marina in sella a tre scooter, hanno puntato la pistola in faccia al ragazzo per costringere il padre a consegnare il motociclo.

I carabinieri della Compagnia Centro e del Nucleo Radiomobile stanno indagando anche su un’altra rapina, avvenuta 15 minuti prima, in piazza Municipio, sempre ad opera di cinque persone che viaggiavano in sella a tre scooter, verosimilmente gli stessi che poi hanno messo a segno la seconda rapina ai danni di Wurzburger. (ANSA)

Advertisements
Parla con noi
WhatsApp GazzettadiNapoli.it
Ciao, ti scrivo dalla chat di GazzettadiNapoli.it
Exit mobile version