Sciopero Tpl venerdì 16, sindacati negano riduzione ore al Garante. I possibili disagi.

89
Cancelli chiusi all'accesso della stazione Garibaldi della linea 1 della metropolitana di Napoli nel giorno dello sciopero nazionale del trasporto pubblico, 25 ottobre 2019 ANSA / CIRO FUSCO
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

La Commissione di Garanzia sugli scioperi chiede di ridurre da otto a quattro ore lo sciopero del trasporto pubblico locale proclamato per venerdì 16.

“La Commissione – si legge – ha deliberato di rivolgere un forte appello al senso di responsabilità dei soggetti proclamanti, affinché contengano la durata dell’astensione riducendola a quattro ore, al fine di evitare un pregiudizio ulteriore ai diritti costituzionali dei cittadini utenti nella delicata fase di ripresa delle attività scolastiche, lavorative e produttive che segue la pausa estiva”.

“La Commissione – si legge – ha deliberato di rivolgere un forte appello al senso di responsabilità dei soggetti proclamanti, affinché contengano la durata dell’astensione riducendola a quattro ore, al fine di evitare un pregiudizio ulteriore ai diritti costituzionali dei cittadini utenti nella delicata fase di ripresa delle attività scolastiche, lavorative e produttive che segue la pausa estiva”.

“In virtù delle gravi criticità denunciate e considerando, purtroppo, che le aggressioni al personale proseguono anche dopo la nostra dichiarazione di sciopero, siamo costretti a comunicarvi che l’invito a ridurre la durata dello sciopero ad una dimensione ‘meramente simbolica’ non può essere accolto”.

Così Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna, rispondendo alla Commissione di Garanzia sugli scioperi che aveva chiesto di ridurre da otto a quattro ore l’astensione del trasporto pubblico locale proclamato per venerdì 16.

Anm informa che venerdì 16 Settembre l’Organizzazione Sindacale UILTRASPORTI ha proclamato una azione di sciopero di 4 ore, dei lavoratori ANM della Linea 1, dalle ore 11.30 alle ore 15.30.
Alla stessa data è stato proclamato uno sciopero nazionale di 8 ore, dalle ore 9.00 alle ore 17.00 dalle sigle sindacali CGIL – CISL – UIL – UGL – FAISA CISAL – ORSA.
L’eventuale interruzione del servizio verrà gestita nel rispetto delle fasce di garanzia con le seguenti modalità:

• Funicolari: ultima corsa del mattino garantita alle ore 9.20. Il servizio riprende con la prima corsa pomeridiana delle ore 17.00.
• Metro Linea 1: ultima corsa del mattino garantita da Piscinola alle ore 9.16 e da Garibaldi alle ore 9.14. Il servizio riprende con la prima corsa pomeridiana da Piscinola alle ore 17.12 e da Garibaldi alle ore 17.52.
• Linee di Superficie: (tram, bus, filobus) stop al servizio dalle ore 9:00 alle ore 17:00. Le ultime partenze saranno effettuate circa 30 minuti prima l’inizio dello sciopero per riprendere circa 30 minuti dopo la fine dello sciopero.

Motivazioni dello sciopero di 4 ore: mancato riconoscimento nell’accordo sindacale del 02/08/2022 per il personale Linea 1 circolazione, manutenzione e impianti fissi.
Motivazioni dello sciopero di 8 ore: interventi a tutela del personale di front/line da parte dei datori di lavoro atti a prevenire e scoraggiare le violente e reiterate aggressioni subite.

Lo sciopero interessa anche le linee su gomma e ferro effettuate da EAV (ad esempio Cumana e Circumvesuviana), così come la Linea 2 della Metropolitana effettuata da Trenitalia.

Precisamente, i dipendenti incroceranno le braccia dalle ore 9.00 alle ore 17.00, anche se ci saranno delle fasce di garanzia. Dunque, ci saranno disagi per i viaggiatori di cumana, circumvesuviana, Circumflegrea, Metrocampania Nordest da Aversa a Napoli e per i collegamenti verso Piedimonte Matese e Benevento.

Circumvesuviana

Ultime partenze garantite prima dello sciopero:

  • Napoli – Sorrento 8.18
  • Napoli -Baiano 8.50
  • Napoli – Sarno 8.28
  • Napoli – Poggiomarino 8.35
  • Napoli – Torre del Greco via CD 8.14
  • Baiano – Napoli 8.56
  • Sarno – Napoli 8.58
  • Sorrento – Napoli 8.48
  • Poggiomarino – Napoli 8.52
  • Torre del Greco via CD – Napoli 8.13

Prime partenze garantite dopo lo sciopero:

  • Napoli – Sarno 14.04
  • Napoli – Baiano 13.38
  • Napoli – Sorrento 13.36
  • Napoli – Poggiomarino 13.23
  • Napoli – Torre del Greco via CD 13.50
  • Sarno – Napoli 13.20
  • Sorrento – Napoli 13.36
  • Baiano – Napoli 13.44
  • Torre del Greco via CD – Napoli 14.37
  • Poggiomarino – Napoli 13.40

Come spiegatoci da EAV, le prime partenze sono dopo le 13.00 perché “Lo sciopero comprende anche la fascia di garanzia, per cui il servizio ferroviario, riprende dopo le 13 con le prime corse come da avviso fino a fine servizio“.

Cumana e Circumflegrea

Ultime partenze garantite prima dello sciopero:

  • Montesanto – Torregaveta 8:41
  • Montesanto – Fuorigrotta 8:41
  • Torregaveta – Montesanto 8:54
  • Torregaveta – Fuorigrotta 8:54
  • Montesanto – Licola 8:48
  • Licola – Montesanto 8:44
  • Licola – Quarto 8:44

Prime partenze garantite dopo lo sciopero:

  • Montesanto – Torregaveta 14.01
  • Montesanto – Fuorigrotta 8:41
  • Torregaveta – Montesanto 13:54
  • Quarto – Montesanto 14:09
  • Montesanto – Licola 14:00
  • Licola – Montesanto 13:56
  • Soccavo – Montesanto 14:32
  • Fuorigrotta – Montesanto 14:27
  • Fuorigrotta – Torregaveta 14:08

Anche la metropolitana linea 2 di Napoli potrebbe subire variazioni e sospensioni perché è gestista da Trenitalia, azienda che ha comunicato di partecipare allo sciopero. Quindi anche i pendolari della metro linea 2 potrebbero subire molti disagi.

In caso di sciopero, Trenitalia prevede delle fasce di garanzia per i treni regionali e a lunga percorrenza. Quelli previsti in Campania si possono consultare sul sito ufficiale Trenitalia.

Advertisements