Sigilli a Edenlandia, U.Di.Con chiede rimborso per i biglietti venduti.

0
116
Agenti della Polizia municipale di Napoli perquisiscono alcuni uffici dell'assessorato alle Politiche sociali del Comune e nelle abitazioni di una funzionaria e di un ex funzionario dello stesso assessorato, 26 Gennaio 2012. ANSA/CESARE ABBATE/

I bambini napoletani che speravano di consegnare le loro letterine a Babbo natale purtroppo quest’anno non vedranno esauditi i loro desideri perché, nonostante abbiano acquistato con largo anticipo i biglietti per visitare il “Santa Claus Village” all’interno del parco divertimenti Edenlandia, purtroppo rimarranno delusi dalla chiusura di quest’area avvenuta senza alcun preavviso.

Da quanto si apprende dalla stampa, in data 1 dicembre 2016, il parco Edenlandia è stato sottoposto a sequestro giudiziario, con la conseguente chiusura al pubblico fino a data da destinarsi del villaggio di Babbo Natale, un provvedimento che ha creato disagi soprattutto tra le famiglie che avevano deciso di acquistare il biglietto di ingresso e ora si trovano nell’impossibilità di usufruirne.

Invitiamo i cittadini che hanno acquistato il biglietto a recarsi presso i nostri uffici in quanto hanno diritto al rimborso – afferma in una nota l’Unione per la difesa dei consumatori – abbiamo già predisposto un apposito modulo che sarà inviato direttamente alle società coinvolte”.

L’U.Di.Con., comunica ai consumatori interessati dal disagio che potranno ricevere ulteriori informazioni e delucidazioni sulla modalità di presentazione del rimborso presso la sede di Napoli sita in Via del Grande archivio, 32.

LASCIA UN COMMENTO