Spappolato sull’asfalto da auto pirata, non identificabile vittima a Giugliano.

0
126
Il corpo senza vita del 15/enne dopo l'incidente a Celano (L'Aquila), 17 maggio 2015. È stato arrestato con l'accusa di omicidio colposo, omissione di soccorso e guida sotto l'effetto di alcol e sostanze stupefacenti, L. A. di 32 anni di Celano, che ieri sera, verso le 23, alla guida di una 'Lupo', sulla strada che collega Celano a Paterno, ha investito due giovani di 15 anni di Celano, che viaggiavano a bordo di uno scooter 50, provocando la morte di uno di loro e ferendo gravemente l'altro. ANSA

Il corpo a brandelli di una persona di cui al momento non è possibile indicare sesso e generalità è stato ritrovato lungo la statale 162 nei pressi del comune di Giugliano (Napoli), in direzione Lago Patria.

Stando alle ipotesi più accreditate dagli investigatori, la vittima sarebbe stata investita da un pirata della strada e successivamente da altre automobili che ne hanno straziato il corpo.

La macabra scoperta è stata fatta alle prime ore del giorno da una pattuglia della Polizia stradale cui sono affidate le indagini. I resti della vittima in un primo momento erano stati scambiati per rottami di macchina. Impossibile procedere con il riconoscimento. Al momento solo uno degli investitori è stato identificato.

l pirata è stato identificato, ed ora la sua posizione è al vaglio della procura di Napoli Nord. Si tratta di un autotrasportatore.

L’impatto con il tir – secondo la prima ricostruzione della polizia stradale – è stato devastante, ed è possibile che gli automobilisti arrivati dopo non si siano resi conto di trovarsi dinanzi a dei resti umani.

L’ora dell’incidente viene collocata tra le 6 e le 7. Gli investigatori stanno acquisendo le testimonianze di parenti e vicini della donna per capire i motivi per cui a quell’ora si trovasse in strada.

LASCIA UN COMMENTO