Titolare di pescheria reagisce a rapina, ucciso a Boscoreale.

252
Carabinieri effettuano un posto di blocco prima del Ferragosto davanti l'Arco di Costantino, Roma, 14 agosto 2021. ANSA/MASSIMO PERCOSSI
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Il titolare di una pescheria di Boscoreale nel napoletano è morto nel corso di una tentata rapina. Il 41enne ha reagito e inseguito i rapinatori. Uno di questi, per assicurarsi la fuga, ha esploso alcuni colpi d’arma da fuoco, uno dei quali ha ferito gravemente il negoziante che è morto poco dopo l’arrivo in ospedale. Indagano i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata.

Antonio Morione, di 41 anni, il titolare di una pescheria a Boscoreale, nel Napoletano, ucciso nella tarda serata di ieri nel corso di una rapina cui si era opposto, è stato colpito al volto da un solo proiettile dei quattro sparati dai banditi.

I carabinieri della Compagnia e del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata hanno trovato quattro bossoli calibro 9×21 in via della Rocca, dove si trova l’esercizio commerciale.

I delinquenti hanno compiuto la rapina a mano armata, ma il titolare ha reagito e ha inseguito i rapinatori.

Per assicurarsi la fuga, uno dei banditi ha sparato alcuni colpi d’arma da fuoco ferendo gravemente Antonio Morione, il quale è morto poco dopo essere stato portato in ospedale.

Poco prima della morte di Morione, era stata rapinata un’ altra pescheria di Boscoreale. E’ accaduto in via Diaz e uno dei malviventi ha sparato un colpo d’arma da fuoco all’interno del negozio. Nessuno è rimasto ferito. Sono in corso indagini per accertare se sia coinvolta la stessa banda. I militari hanno trovato in via Diaz un bossolo dello stesso tipo di quelli trovati in via della Rocca. (ANSA).

Advertisements