Usura, un’intera famiglia in manette a Recale.

0
164

Un’intera famiglia, padre, madre e figlia 25enne, dedita all’usura. E’ l’accusa della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, che ha chiesto e ottenuto dal Gip la carcerazione preventiva per il capofamiglia, Nicola Greco di 48 anni, ritenuto colui che gestiva il giro illecito.

E’ stato invece disposta la misura cautelare del divieto di dimora in provincia di Caserta per la moglie 47enne Laura Spada e la figlia Giulia, 25 anni, il cui ruolo, secondo gli investigatori, era quello di recuperare le rate non versate dalla vittime. Tre i presunti episodi di usura emersi durante le indagini, svolte su delega della Procura tra il luglio 2014 e il giugno 2017 dai carabinieri di Macerata Campania. La coppia con la figlia risiedevano nel vicino comune di Recale.

Il 48enne Greco prestava i soldi, di solito somme inizialmente molto basse che poi crescevano esponenzialmente grazie all’applicazione di tassi di interessi elevati, dal 300% al 1400% annui. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO