Vandalismo su beni confiscati, l’appello alle istituzioni.

1
469
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare

Il gruppo napoletano “Legalità del Centro culturale Gesù Nuovo”, guidato dal magistrato Giovanni Conzo, è “al fianco dell’associazione Arca e del presidente Nunzio Sisto: non lasceremo solo e isolato un baluardo della legalità di Napoli e della cultura del riutilizzo di un bene sottratto alla camorra e restituito ai cittadini per fini sociali”. Il gruppo fa riferimento ad un nuovo atto vandalico subito dal bene confiscato – la cosiddetta ‘Villa Zaza’, in Via Petrarca nel quartiere Posillipo – nel quale si svolgono attività sociali come sostegno ai disabili, ai giovani provenienti da case-famiglia, si sperimentano forme di agroimpresa, si sviluppano iniziative in raccordo con l’Università Federico II e con altri enti e istituzioni.

“La nostra solidarietà – afferma il Gruppo Legalità del Centro culturale Gesù Nuovo – si manifesta sin da ora in un impegno concreto: sensibilizzare le istituzioni perché fatti del genere non si ripetano; organizzare in primavera una giornata dell’orgoglio e del riscatto, insieme con tanti cittadini napoletani, per camminare nel parco della villa – secondo le precauzioni anticovid – e riaffermare il diritto a operare in sicurezza per portare avanti i progetti culturali e sociali”.

Il presidente dell’associazione Arca (Agende rosse Campania) sottolinea: “Abbiamo chiesto e ottenuto l’intervento della polizia che ha ispezionato l’area danneggiata. Presenteremo querela contro ignori – spiega Nunzio Sisto – per difendere le nostre attività. Oltre al danno economico c’è il danno costituito dalla sofferenza morale. Chiediamo tutela per le nostre attività”. (ANSA).

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here