Weekend di visite a Città della Scienza per Corporea.

0
300

Il 5 marzo ha aperto Corporea, il primo museo interattivo sul corpo umano in Italia. Un percorso multimediale che illustra i  meccanismi biologici e chimici che permettono la vita, alla scoperta del funzionamento della nostra macchina anatomica. Cento exhibit interattivi, video, oggetti storici e modelli accompagnano i visitatori in una straordinaria visita, per divertirsi, imparare e informarsi.
In occasione della festa della donna appena trascorsa, le attività del  weekend a Città della Scienza, oltre alle visite guidate e ai laboratori, si concentreranno su speciali approfondimenti sulla salute della donna e sui Nobel per la medicina al femminile.
Scienzate da Nobel: Il “gender gap” nelle materie scientifiche è alto e il pregiudizio è duro morire: provate a fare il nome di una donna scienziata… sarà più difficile. Eppure molte delle più grandi scoperte sono state fatte proprio da donne. Uno specchio perfetto di questo “gender gap” è il premio Nobel: basti pensare che di tutti i premi Nobel scientifici assegnati dal 1901 ad oggi, il 97% sono stati consegnati a uomini! Uomini che in qualche caso hanno addirittura rubato la scoperta alla collega donna. Proviamo a celebrare alcune delle più grandi scienziate in ambito medico che hanno ricevuto – o avrebbero meritato – il premio Nobel per la Medicina.
Ecco  i nomi delle scienziate di cui si parlerà, donne che hanno ricevuto il Nobel o a cui è stato “scippato” perchè messe da parte dal mondo accademico maschilista: Rita levi Montalcini, May Britt Moser, Gerty Radnitz-Cori, Doroty Hodgkin, Rosalind Franklin, Linda Buck, Francoise Barrè Sinoussì, Nettie Maria Stevens.
Nell’attività “Mamma che ormoni” invece le dott.sse Kisslinger e Valentino dello Ieos Cnr spiegheranno quali sono gli ormoni coinvolti nello sviluppo della donna, quali sono quelli coinvolti nella maternità e a quali patologie ormonali si può andare incontro in gravidanza (patologie della tiroide, delle ovaie o diabete gestazionale).
E’ prevista l’attività di estrazione del DNA:  approfondimento scientifico sul Dna e sui cromosomi x e y, con falcon, provette e becker si estrarrà il Dna di una banana. Alla fine del procedimento, i visitatori potranno osservare ad occhio nudo un flocculo di Dna.
Inoltre da questo weekend parte nell’Officina dei Piccoli il programma di laboratori dedicati alla conoscenza del corpo umano. Si inizia con esperimenti sulla percezione del colore. Cosa, ad esempio, accade quando si stancano i coni della retina dell’occhio?

Info e prenotazioni:
tel. 081.7352.220-222-258-259
contact@cittadellascienza.it
www.cittadellascienza.it

LASCIA UN COMMENTO