Assistenti civici, critiche anche dalle guardie giurate: loro sfruttati e noi dimenticatti.

744
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Tuona duro il leader storico della associazione nazionale guardie particolari giurate Giuseppe Alviti già Medaglia d argento al valore civile sulla nuova figura partorita del governo degli Assistenti Civici.
Se non bastano l’esercito, i carabinieri, la polizia, i vigili, ecco che sono in dirittura d’arrivo gli “ausiliari del traffico” della movida, anzi, per evitarla e controllare che non vi siano assembramenti. Droni umani! Saranno 60 mila ‘assistenti civici’ che avranno il compito di aiutare e vigilare durante la Fase 2. Saranno si spera dotati di mascherine e guanti.
E lo Stato dimentica vergognosamente ancora una volta il comparto delle guardie particolari giurate per il controllo del territorio sebbene ci sia già pronto un esercito di oltre 70 mila unità già professionalmente addestrate con uniforme e pistola continua Alviti
In settimana sarà lanciato il bando rivolto “a inoccupati, a chi non ha vincoli lavorativi, anche percettori di reddito di cittadinanza o chi usufruisce di ammortizzatori sociali”. Lo annunciano in una nota congiunta il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, e il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, sindaco di Bari, spiegando che gli assistenti saranno “individuati su base volontaria”.  Cioè non prenderanno una lira, ma forse farà curriculum?

 

Advertisements