Fitto: subito 388 milioni per la Campania. De Luca: truffa mediatica. Iannone (Fdi) e Nappi (Lega): dal governatore le solite pagliacciate

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Nella seduta di oggi, tra i numerosi interventi di sviluppo e coesione per il Mezzogiorno, il Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile (CIPESS) ha deliberato a favore della Regione Campania l’assegnazione di 388,5 milioni di euro del Fondo sviluppo e coesione 2021-2027, al fine di consentire ai comuni e agli altri beneficiari di risorse dei Programma Operativo Regionale Fondo Europeo Sviluppo Regionale 2014-2020 di completare gli interventi non conclusi entro il 31 dicembre 2023, termine ultimo per l’ammissibilità della spesa dei fondi comunitari.
L’assegnazione di queste nuove risorse si aggiunge ai precedenti interventi del Governo a sostegno dei territori della Regione Campania attraverso il Fondo di sviluppo e coesione (FSC) 2021-2027: con il decreto-legge 7 maggio 2024, n. 60, convertito in legge dal Parlamento lo scorso 4 luglio, è stata disposta l’assegnazione di 1.218 milioni di euro per il risanamento ambientale e rigenerazione urbana di Bagnoli e, successivamente, con il decreto-legge 2 luglio 2024, n.91, sono stati assegnati ulteriori 420 milioni di euro per interventi urgenti per fronteggiare l’emergenza bradisismo nell’area Flegrea, di cui 207 milioni di euro a valere sulle risorse del FSC per le amministrazioni centrali e 206 milioni di euro a valere sulla quota di FSC imputata programmaticamente alla Regione Campania.
Nel complesso, dunque, oltre 1,8 miliardi di euro del Fondo sviluppo e coesione 2021-2027 che il Governo ha già messo a disposizione del territorio campano.
“Con la delibera CIPESS di oggi”, ha dichiarato il Ministro per gli affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il PNRR, Raffaele Fitto, “viene puntualmente rispettato un impegno che avevo preso direttamente con i sindaci campani.”
Nel marzo scorso, dando seguito all’incontro richiesto da ANCI Campania e tenutosi tra il Ministro Fitto e una delegazione di sindaci campani il 14 febbraio, il Ministro ha avviato l’interlocuzione con i comuni della Regione Campania al fine di condividere l’elenco degli interventi che necessitavano di risorse per essere completati, e garantire in questo modo il proseguimento dei cantieri, per scongiurare il rischio di definanziamento da parte della Commissione europea delle spese già sostenute, che avrebbe causato un notevole aggravio ai bilanci locali.
Le successive e costanti interlocuzioni hanno consentito di definire l’elenco degli interventi che necessitano di risorse aggiuntive per la loro conclusione e di quantificare il relativo fabbisogno finanziario.
Nelle more della definizione dell’Accordo per la Coesione con la Regione Campania, al fine di accelerare l’assegnazione di queste risorse fondamentali per gli amministratori locali, il Governo, ai sensi dell’articolo 10, comma 2, del decreto-legge n. 91/2024, e in attuazione dell’articolo 10, comma 1, del decreto-legge n. 60/2024, convertito con la legge n. 95/2024, ha proceduto tempestivamente a proporre l’assegnazione di un’anticipazione delle risorse del Fondo sviluppo e coesione 2021-2027 programmaticamente imputate alla Regione Campania.
Con la delibera CIPESS di oggi, che assegna 388,5 milioni di euro, il Governo assicura la copertura di tutti e 555 gli interventi, per la maggior parte (379 progetti) di competenza dei Comuni, che necessitano di ulteriori risorse per il loro completamento.
“L’assegnazione in anticipazione di queste risorse del Fondo Sviluppo e Coesione ai territori campani”, ha concluso il Ministro Fitto, “consente di accelerare l’attuazione della politica di coesione e, al contempo, viene incontro alle istanze dei comuni e della Regione di poter disporre in tempi rapidi di risorse fondamentali per lo sviluppo.”

“In arrivo per la Campania circa 388,5 milioni di euro per garantire il completamento degli interventi finanziati dal fondo europeo di sviluppo regionale”. Lo afferma in una nota il Sottosegretario di Stato Alessandro Morelli, a margine della riunione odierna del CIPESS che ha deliberato, tra le altre cose, l’assegnazione alla regione Campania di nuove risorse FSC 2021-2027, per il completamento degli interventi finanziati dal POR FESR Campania 2014-2020 e non ultimati. “Con queste risorse – prosegue il Sottosegretario – potranno essere completati 555 interventi già previsti dalla programmazione operativa regionale, che hanno superato lo step dell’aggiudicazione e per i quali è in corso la fase esecutiva. Tra questi, il risanamento ambientale e la valorizzazione di Regi Lagni e dei Campi Flegrei e l’ammodernamento di tratte ferroviarie interne”. “Ancora una volta – conclude il senatore – si conferma la capacità del Governo di attivare e integrare efficacemente le risorse di coesione nazionali ed europee, a sostegno degli investimenti regionali strategici e della valorizzazione dei territori”.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

“Il via libera del Cipess all’assegnazione alla Campania di 388,5 milioni del Fondo sviluppo e coesione 2021-2027 è un’altra truffa mediatica come per Bagnoli. Dicono che sono fondi del Governo: falso, sono della Regione Campania”. Così Vincenzo De Luca ha commentato lo stanziamento dell’organismo ministeriale.

“Questi 388 milioni – ha detto De Luca – sono stati sottratti al nostro Fsc, ed eravamo anche d’accordo purché si arrivi alla firma dell’accordo. Che invece ancora non viene fissata, adducendo motivazioni assurde. In ogni caso dopo il passaggio al Cipess, occorre la pubblicazione degli atti, e quindi tutto deve andare alla Corte di Conti. Se va bene se ne parla in autunno. E’ stato perso un anno”, l’affondo di De Luca nel corso dell’incontro con i sindaci Anci a Palazzo Santa Lucia.

“Mentre Stanlio e Ollio sono ancora in riunione, il CIPESS ha deliberato a favore della Regione Campania l’assegnazione di 388,5 milioni di euro del Fondo sviluppo e coesione 2021-2027 per permettere ai comuni  di completare gli interventi non conclusi entro il 31 dicembre 2023. Al netto della pagliacciata di De Luca e Marino, mi complimento con il Governo e il ministro Fitto perché è stato puntualmente rispettato l’impegno preso con i sindaci campani”. Lo dichiara il senatore Antonio Iannone, Commissario Regionale di Fratelli d’Italia in Campania.

“Cari Sindaci della Campania mi raccomando non fate tardi all’appuntamento in Regione di martedì prossimo alle 16 perché se arrivate con appena 30 minuti di ritardo De Luca e Marino non riescono a prendervi in giro. De Luca sa bene, perché ha partecipato al pre consiglio del CIPESS, che sempre per martedì però alle ore 16,30 (quindi 30 minuti dopo la riunione in Regione) e’ già convocato il CIPESS per la delibera che assegna i 388 milioni di euro per il completamento delle opere dei comuni. Il Governo Meloni, infatti, ha già liberato 1,8 miliardi di euro di fondi che vanno per i Campi Flegrei, Bagnoli e appunto il completamento delle opere dei comuni. Basta vedere cosa recita l’art. 10, comma 2, del decreto legge n. 91 del 2 luglio 2024. Nonostante De Luca non sia stato capace di produrre nessun piano. Volete partecipare all’opera comica di Stanlio e Ollio alias De Luca e Marino? Arrivate puntuali altrimenti la vostra presa in giro non riesce, un ritardo di appena 30 minuti può essere fatale. Se non andate almeno farete risparmiare i soldi della benzina ai vostri Comuni e dunque ai Cittadini, mentre per voi ci sarebbe un guadagno di dignità”. Lo dichiara il Senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, Commissario Regionale del Partito in Campania.