Governo, incarico a Conte: sarò l’avvocato degli italiani. Gli aggiornamenti sui ministeri.

0
133

Mattarella affida l’incarico per la formazione del governo a Giuseppe Conte che accetta con riserva. “Sarò avvocato difensore del popolo italiano” ha detto appena uscito dall’incontro con il presidente della Repubblica al Quirinale che è durato più di un’ora.

“Lo avevo promesso” aveva detto in mattinata Di Maio. “Finalmente è iniziata la Terza Repubblica, una Repubblica in cui i cittadini fanno un passo avanti e la politica un passo indietro. Questo è un governo votato che non si regge sui voltagabbana”. “I ministri? Li sceglie il Presidente della Repubblica, non c’è nessuna discussione in atto, non fate retroscena su questo”.

Potrebbe esserci già martedì o mercoledì la seduta del Senato per la votazione di fiducia al nuovo governo, mentre il voto sul Def a Palazzo Madama si terrà dopo quello di fiducia al nuovo governo.

“Non ci sono meri esecutori” dice il leader della Lega Matteo Salvini. “Giuseppe Conte dovrà essere indipendente, anche se ovviamente siamo davanti a una maggioranza politica. Noi rispondiamo ai cittadini italiani”. Conte, assicura, avrà autonomia ”piena” e non sarà condizionato da vincoli della Lega e dei 5Stelle.”Se sto facendo quello che sto facendo è perché gli alleati del centrodestra mi hanno detto vai” dice Matteo Salvini, entrando alla Camera, rispondendo così a chi gli chiede se l’alleanza del centrodestra è ancora salda. “Chiedete a Berlusconi e Meloni se hanno cambiato idea, io sto facendo quello che sto facendo per il bene del Paese”.

Paolo Savona, secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, non sarà ministro dell’Economia. Al dicastero di via XX Settembre dovrebbe approdare, secondo le indicazioni della Lega, il vice segretario Giancarlo Giorgetti.(AdnKronos)

LASCIA UN COMMENTO