Ischia, Cirielli su De Luca: “Da gaglioffi cercare il capro espiatorio nell’abusivismo”. Lega: rinviare chiusura del Tribunale almeno fino a tutto il 2024.

438
Una immagine dall'elicottero dell'esercito della devastazione causata dalla frana a Casamicciola, 27 novembre 2022. ANSA/ESERCITO EDITORIAL USE ONLY NO SALES
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

“È da gaglioffi scaricare le proprie responsabilità sui cittadini”, così il viceministro Cirielli riferendosi alle ultime dichiarazione del governatore De Luca sull’abusivismo a Ischia. “Soprattutto è grave, da parte di chi ha la competenza in materia di prevenzione, difesa suoli e dissesto idrogeologico, strumentalizzare questa tragedia cercando il capro espiatorio in presunti piccoli abusi dei cittadini e sul commissario per la ricostruzione, quando nel 2017 c’era un governo del suo partito che lo nominò evidentemente con il suo consenso anche tacito”, conclude Cirielli.

“La tragedia di Ischia riguarda tutti e lo Stato, ad ogni livello, non può restare indifferente. L’ipotesi che la chiusura della sezione distaccata del locale Tribunale sia rimandata di un anno ci trova favorevoli, ma potrebbe non bastare. La Lega ha già predisposto un emendamento al prossimo decreto Mille proroghe che interessa anche i tribunali di Lipari e Portoferraio e prevede la proroga dell’attività almeno fino al 31 dicembre 2024, in attesa di correttivi al taglio operato dal legislatore del 2012. L’obiettivo è chiaro: evitare attese e garantire risposte rapide ai cittadini. Serve un cambio di prospettiva, la giustizia non è un costo, ma un investimento”.
Così in una nota congiunta i parlamentari leghisti  Andrea Ostellari e Manfredi Potenti, rispettivamente sottosegretario alla Giustizia e componente della II° Commissione a Palazzo Madama.
Advertisements