Prosegue la visita del premier Conte, prima al San Carlo, poi a Forcella.

0
136

Riccardo Muti ha regalato un mandarino al presidente del consiglio Giuseppe Conte e al sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

Il direttore d’orchestra ha incontrato il premier e il primo cittadino al Teatro San Carlo per un breve colloquio.

All’arrivo del premier, Muti lo ha accolto prendendo dei mandarini da un vassoio che ha nel camerino e li ha donati definendoli con un sorriso “mandarini napoletani”.

”Abbiamo accolto il presidente del Consiglio Conte a Napoli qui al teatro San Carlo, il teatro piu’ antico d’Europa, e con il maestro Riccardo Muti abbiamo avuto un incontro tutto incentrato sulla cultura e su questo teatro meraviglioso”, ha detto il sindaco uscendo dal San Carlo.

Il premier Giuseppe Conte è giunto nella sede dell’associazione Annalisa Durante, nel rione Forcella di Napoli, intitolata alla ragazza uccisa per sbaglio a 14 anni, durante un agguato camorristico proprio a Forcella, il 27 marzo del 2004.

Conte è stato accolto da un folto gruppo di cittadini e di volontari dell’associazione, che promuove iniziative per la legalità. Conte è stato accolto a Forcella dal parroco anticamorra Luigi Merola e dal consigliere regionale M5S Valeria Ciarambino.

Il premier ha percorso a piedi un tratto di strada, tra gli applausi e le richieste di aiuto della folla radunata lungo il percorso. Alcuni lo hanno fermato esponendogli i problemi del quartiere e chiedendogli soccorso su temi come il lavoro e i rifiuti. Conte li ha ascoltati e ha promesso l’impegno del Governo. Il premier lungo il percorso si è anche trattenuto con i bimbi della scuola intitolata ad Annalisa Durante. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO